7 C
Milano
sabato, Febbraio 4, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Città metropolitana di Milano: al via gli Smart Fridays per ridurre i consumi energetici

Dal 1° gennaio al 9 aprile 2023 scatta lo smart working ogni venerdì per circa 600 dipendenti: 200mila euro il risparmio annuo stimato

(mi-lorenteggio.com) Milano, 13 dicembre 2022 – Il venerdì sarà smart per i lavoratori e le lavoratrici della Città metropolitana di Milano. Dal 1° gennaio al 9 aprile 2023, infatti, l’ente ha deciso di attuare alcuni interventi organizzativi per favorire il risparmio energetico e la riduzione dei consumi all’interno delle sue sedi.

Lo smart working è già ampiamente collaudato tra i dipendenti della Città metropolitana di Milano, che aveva avviato una sperimentazione positiva già prima della pandemia ed è stata tra le prime pubbliche amministrazioni ad istituzionalizzare il lavoro agile ordinario attraverso il Pola ( Piano Organizzativo del Lavoro Agile) e la firma dei contratti individuali.

La decisione di istituire gli “Smart Fridays” arriva dopo una seria e attenta riflessione sulle attività degli uffici e sui relativi dati di consumi energetici, effettuata insieme ad Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), secondo cui lo spegnimento degli impianti di riscaldamento, per un giorno alla settimana, consente di risparmiare tra il 20 e il 25% delle spese energetiche per il riscaldamento in ogni stagione termica.

In un anno, con la sola applicazione del lavoro agile il venerdì, si stima un risparmio di 200mila euro.

La decisione è stata inoltre condivisa e discussa con le organizzazioni sindacali e le RSU dell’ente. Il provvedimento porta alla chiusura totale, da venerdì a domenica, delle sedi di via Vivaio, 1 e di Viale Piceno, 60 (per un totale di circa 600 dipendenti coinvolti sugli 850 complessivi) con l’applicazione del lavoro agile, garantendo la sostenibilità organizzativa e il mantenimento del livello dei servizi offerti nel perimetro metropolitano.

La sede di via Soderini resta invece aperta nella giornata di venerdì, anche per il personale che effettua il near working. Per chi non aderisce al lavoro agile, infatti, sono state allestite 15 postazioni di near working nella sede di via Soderini o si rende disponibile l’adozione dell’orario multiperiodale per coprire l’assenza del venerdì o il recupero orario nel corso dei restanti giorni settimanali. L’Amministrazione si impegna a erogare un ciclo formativo di n. 4 corsi pari a 16 ore complessive (4 venerdì), da fruire da remoto o nello spazio di near working di via Soderini, sulla disciplina del rapporto di lavoro, sulla nuova organizzazione dell’Ente, su PNRR e digitalizzazione, sul sistema di valutazione della performance, sulla lettura del cedolino e sulla previdenza.

L’obiettivo è inoltre aumentare le sedi di near working e la fornitura di pc portatili per lo svolgimento del lavoro agile.

Nella giornata del venerdì, resta comunque confermato il presidio nelle portinerie di via Vivaio e di viale Piceno, dove ci sarà anche il custode.

Ulteriori risparmi deriveranno inoltre dalla riduzione dei tempi di accensione delle caldaie, dall’abbassamento del limite massimo delle temperature e da comportamenti più responsabili che tutti i lavoratori e le lavoratrici, sensibilizzati sul tema, stanno adottando quotidianamente.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img