7.9 C
Milano
sabato, Febbraio 4, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

AMBIENTE. DAL COMUNE L’INVITO A PARTECIPARE AL MONITORAGGIO DELL’ARIA

(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 gennaio 2023 – Arriva dal Comune l’invito ai cittadini e alle cittadine a partecipare al monitoraggio degli inquinanti nell’aria e all’indagine epidemiologica volta ad individuare lo stretto rapporto tra inquinamento e salute.
La campagna “NO2 NO Grazie: Salviamo l’aria” è ideata dall’associazione “Cittadini per l’Aria” e gode del patrocinio del Comune di Milano. La finalità è quella di monitorare le concentrazioni di biossido di azoto (NO2) nelle aree delle città metropolitane di Milano e Roma. Il biossido di azoto è un inquinante gassoso, proveniente principalmente dalla combustione dei veicoli diesel, che ha un grave impatto sulla salute umana. La campagna si inserisce nel quadro delle iniziative di “Citizen Science” che l’Amministrazione intende promuovere e valorizzare per una migliore conoscenza della qualità dell’aria in città.

I cittadini e le cittadine che vorranno aderire alla campagna di monitoraggio “NO2 NO Grazie: Salviamo l’aria” potranno iscriversi e trovare tutte le informazioni all’indirizzo www.cittadiniperlaria.org/campagna-monitoraggio-2023 entro e non oltre il 14 gennaio.
Gli aderenti riceveranno un campionatore che potrà essere installato vicino a case, scuole e luoghi di lavoro. Al termine del periodo di monitoraggio i campionatori dovranno essere restituiti per essere inviati al laboratorio di analisi.

L’iniziativa di monitoraggio diffuso rientra nel più ampio piano di azioni e progetti posti in essere nell’ambito del Piano Aria e Clima per il miglioramento della qualità dell’aria. In quest’ottica l’Amministrazione comunale sta installando propri sistemi avanzati di misurazione multiparametrica della qualità dell’aria (ad oggi sono cinque le stazioni installate da AMAT) per verificare gli effetti delle politiche locali attuate. I risultati delle centraline permetteranno di valutare l’efficacia dei diversi interventi pianificati o sperimentali in corso e individuare le aree in cui sarà più urgente agire con misure a protezione dell’esposizione della popolazione, riducendo di fatto il rischio sanitario legato all’inquinamento atmosferico per le fasce più deboli della popolazione e per i soggetti più sensibili ed esposti.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img