21.9 C
Milano
venerdì, Giugno 14, 2024

Proverbio: Giugno ciliegie a pugno

Il ritorno di Critica Sociale, la storica rivista socialista fondata da Filippo Turati nel 1891: presentazione del primo numero a Milano

Presentazione al Centro Internazionale di Brera di Via Marco Formentini, 10, sabato 25 febbraio, ore 10.30. Assemblea pubblica con il mondo socialista milanese, poi omaggio ai fondatori in Galleria

(mi-lorenteggio.com) Milano, 23 febbraio 2023 – Dopo il numero speciale di fine settembre 2022, dedicato al 130esimo anniversario della nascita del partito dei socialisti italiani, è in distribuzione da qualche giorno il primo numero della nuova serie di Critica Sociale, storica rivista socialista fondata da Filippo Turati nel 1891. La nuova Critica vuole essere uno strumento a disposizione degli sforzi volti a ricostruire un campo socialista in Italia dopo gli ultimi rovesci elettorali fatti registrare dal centrosinistra.

L’ASSEMBLEA
La nuova serie sarà presentata a Milano sabato 25 febbraio, alle ore 10.30, in quella che, da molti anni, è la casa della Critica: il Centro Internazionale di Brera, in via Marco Formentini, 10, nella biblioteca che ne ospita l’archivio storico. Dopo i saluti del direttore responsabile, Stefano Carluccio, e dell’editore Giuseppe Sarno, la discussione, coordinata dal condirettore Massimiliano Amato e introdotta da Roberto Biscardini, vedrà la partecipazione di esponenti del mondo della cultura, dell’università, delle professioni, della politica e del sindacato. All’appello lanciato dal comitato editoriale della rivista, che ha come coordinatore scientifico Giovanni Scirocco, hanno risposto Michele AchilliLuciano Belli PaciPaolo BorioniMauro BroiSusanna CamussoNino CartosioMarina CattaneoAulo ChiesaEmanuel ConteLuigi CorbaniFederico FornaroWalter GalbuseraGiorgio GoggiMatteo Lo PrestiWalter MarossiMario MazzoleniMaria Grazia MeriggiJacopo PerazzoliEster PungolinoOnorio RosatiMaria Sculli,  Francesco SomainiErmanno TrittoAngelo TurcoEnrico Vizza.

L’OMAGGIO
Al termine della manifestazione, una rappresentanza della direzione e del comitato editoriale della Critica Sociale renderà omaggio ai fondatori della rivista, Anna Kuliscioff e Filippo Turati, deponendo un fascio di fiori sotto le due targhe a loro dedicate nella Galleria Vittorio Emanuele II, una in bronzo risalente al 1987 e una in marmo del 1948, che ricordano il luogo dove si trovava, al quarto piano, l’appartamento nel quale la coppia visse, e che dal 1892 al 1925 fu sede della redazione della rivista.  

LA RIVISTA
Il primo piano del numero 1 della nuova serie è aperto dal dibattito congressuale del Pd, con interventi di Lanfranco Turci e Emanuele Felice, e da una riflessione di Federico Fornaro sul fenomeno dell’astensionismo, ripresentatosi alle ultime regionali in Lazio e Lombardia in maniera ancora più accentuata rispetto ai dati, già preoccupanti, fatti registrare alle politiche di settembre 2022. Le prime mosse del governo Meloni in materia economica (con Mario Mazzoleni che analizza l’ultima finanziaria) e di giustizia completano la prima parte della rivista, che riflette sull’eredità politica e spirituale di Papa Ratzinger, con un articolo di Elio Ceglie su “questione cattolica e questione socialista”, mentre Alberto Benzoni analizza l’impatto che stanno avendo sul processo di integrazione europea la guerra in Ucraina e lo scandalo Qatargate. Ampio spazio ai temi del lavoro, con un report sulla situazione nelle fabbriche del Nord e un focus dedicato alla vertenza GKN. Nutrita la sezione esteri, con approfondimenti sullo stato di salute delle socialdemocrazie nordiche, sull’esperimento Melenchon in Francia, sul 50esimo del golpe in Cile. Ampia anche la sezione culturale, che ospita articoli di riflessione e recensioni librarie di Aurelio MusiGiampiero BuonomoGiuseppe GiudiceMarina Cattaneo.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -