17.1 C
Milano
venerdì, Maggio 24, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

22 spettacoli in 70 giorni tra Alba, Bra, Langhe e Roero: ecco Burattinarte Summertime 2023

(mi-lorenteggio.com) Milano, 20 giugno 2023 – Sarà una lunghissima estate all’insegna del teatro di figura, del divertimento e delle risate quella della XXIX edizione di Burattinarte Summertime. Ben 22 appuntamenti, tra laboratori, spettacoli di burattini, attori e oggetti, animazioni di strada e un singolare focus sulla luce e le ombre. Ecco le caratteristiche di quella che si prospetta come l’edizione più lunga, articolata e diffusa della rassegna ideata da Claudio Giri e Consuelo Conterno.

«Sarà un festival più che mai esteso tra Langhe e Roero», anticipano i direttori artistici Claudio Giri e Consuelo Conterno: «Dopo il centro storico di Alba, avremo spettacoli a Piobesi, in frazione Scaparoni e nel quartiere Tetti Blu (di Alba), a Grinzane Cavour, Guarene, Murazzano, Santa Vittoria, Novello e Castagnito. Inoltre, per tutto il mese d’agosto saremo a Bra, nei Giardini del Belvedere, con la rassegna Apriti Sesamo all’Estate, dedicata a chi resta in città e non vuole perdersi occasione di vivere serate rinfrescanti sotto gli alberi del parco in compagnia di storie divertenti e toccanti».

Sempre aperta alle contaminazioni di diverse forme d’arte e di diverse culture, Burattinarte Summertime ospiterà quest’anno artisti italiani, provenienti da tutto lo stivale, e compagnie svizzere, inglesi, spagnole, cecoslovacche e marocchine.

Venerdì 30 giugno, si comincia col botto. Nel cortile della Maddalena, ad Alba, si susseguiranno tre spettacoli: alle 21 scalderà il pubblico l’artista milanese Alex Piras con Tic Tac, poi subentrerà alle 21.30 il livornese Federico Pieri con Il carnevale degli animali. Attorno alle 22.30, il testimone passerà poi di nuovo a Piras per incontrare di nuovo il clown, l’orologio con le gambe e lo scheletro.

Giri e Conterno descrivono così i primi due ospiti: «Piras è un artista straordinario, che si esibisce moltissimo all’estero. In Tic Tac si riconoscono echi spagnoli, con le suggestioni metafisiche di Salvador Dalì e una meravigliosa partitura che accompagna lo spettacolo in cui le marionette, mute, raccontano con i gesti e l’espressività una ricerca interiore che la musica sottolinea con precisione. Il bravissimo Federico Pieri ha usato 5 tecniche di animazione diverse per la sua versione della celebre opera di Camille Saint Saëns. Durante lo spettacolo Pieri alterna infatti le ombre, la sand art, il teatro di figura, la prestigiazione e la clownerie. E così la marcia del leone, galline e galli, tartarughe, elefanti, pesci, asini, fossili e il cigno si animano in una storia che lascerà incantato il pubblico di tutte le età».

Sabato 1° luglio le occasioni di divertimento cominceranno molto presto, alle 10, presso il Teatrino, al numero 5 di via San Paolo. Qui la viterbese Laura Bartolomei condurrà un meraviglioso laboratorio di ombre, per bambini, intitolato Esplorare la luce.

Chi volesse perdersi nell’incanto onirico di Tic Tac potrà affacciarsi in piazza Pertinace, alle 11. Chissà cosa combinerà il curioso orologio con le gambe tra le delizie del mercato della terra? Come farà il clown a raggiungere la rosa simbolo dell’amore? A rivelarlo sarà ancora una volta Alex Piras.

Sabato alle 18, nel Cortile della Maddalena, incontreremo una nuova amica del Festival, che accompagnerà tutta la XXIX edizione: Lucilla, un buffo muppet con i capelli blu, che alterna momenti di calma olimpica a folli frenesie. Accanto a lei, a rappresentare la relazione complice e conflittuale tra burattino e burattinaio, ci sarà Consuelo Conterno, una delle due anime fondatrici della rassegna, che presenta così la sua nuova amica: «Ha creato Lucilla nientemeno che James Davies, un artista coreano straordinario, che ha ottenuto un’infinità di premi, ha lavorato per l’Arena di Verona e il grande cinema internazionale. A lui si rivolgono i migliori burattinai e marionettisti, perché è capace di realizzare figure straordinariamente espressive, duttili e originali».

Si potranno incontrare ancora il clown, lo scheletro e l’orologio con le gambe di Tic Tac alle 21 e alle 22.30, mentre alle 21.30 la scena sarà tutta per la compagnia di Walter Broggini e per lo spettacolo Pirù e il cavaliere Mezzotacco.

Giri e Conterno commentano: «Oltre che nelle più importanti rassegne italiane, la Compagnia Walter Broggini è stata invitata a presentare i suoi spettacoli in Austria, Belgio, Brasile, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Israele, Polonia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svizzera e Turchia. Pirù è un personaggio originale creato da Broggini ispirandosi alle maschere principali della tradizione europea: Pulcinella, Punch, Polichinella, Petruska, figure che, testimoniando la discendenza diretta dei burattini dalla Commedia dell’Arte, affrontano con la sensibilità, l’ironia, il cinismo distaccato della gente semplice i misteri dell’esistenza».

I direttori artistici concludono: «Siamo molto felici di annunciare che, da questa edizione, Burattinarte ha attivato una collaborazione con il Festival di teatro di figura Il Castello Incantato, che si svolge a Locarno in Canton Ticino (Svizzera) dall’11 agosto al 2 settembre. Lo speciale rapporto creatosi fra i due Festival, che hanno una vocazione simile, ha aiutato entrambi ad ospitare artisti internazionali, offrendo loro la possibilità di organizzare tournée fra Italia e Svizzera».

Gli spettacoli saranno a ingresso libero.

Affinché l’incantesimo del teatro si compisse, hanno sostenuto questa XXIX edizione di Burattinarte Summertime: Regione Piemonte, Fondazione CRCFondazione CRT, Banca d’Alba, i Comuni di Alba, Bra, Castagnito, Grinzane Cavour, Guarene, Murazzano, Novello, Piobesi e Santa Vittoria d’Alba, e le associazioni Anforianus, Comitato Quartiere Scaparoni e Nel Viale.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -