18 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Amaga: via libera al bilancio 2023 e al piano triennale, in crescita tutti gli indicatori principali

Ricavi in aumento del 20% e prosegue l’assunzione di personale (30 nuove risorse). Il Presidente Piero Bonasegale: “Azienda in salute che continua il suo percorso di crescita tenendo fede agli impegni presi all’interno del Piano Triennale”

(mi-lorenteggio.com) Abbiategrasso, 8 maggio 2024 – “Siamo un’Azienda in salute che sta proseguendo il percorso di crescita avviato in questi anni con l’obiettivo dichiarato di sviluppare al meglio le sue potenzialità e i relativi ‘asset’ strategici”.

E’ quanto dichiarato dal Presidente Piero Bonasegale in relazione all’approvazione del Bilancio 2023 e del piano triennale da parte dell’Assemblea degli azionisti di Amaga SpA, la Multiutility dell’Ovest Milanese, riunitasi il 3 maggio scorso.

Tutti i principali indicatori economici dell’esercizio 2023 infatti, tratteggiano il buon andamento di Amaga. A partire dall’utile di esercizio che arriva agli attuali Euro 112.473 (2023) contro gli Euro 105.678 (2022) facendo segnare un incremento di Euro 6.795 (pari al +6%).

Particolarmente significativo il dato riguardante il valore della produzione che arriva agli attuali Euro 17.760.426 (2023) contro i precedenti Euro 14.817.414 del 2022, un incremento quindi corrispondente ad Euro 2.943.012 pari a un +20%.

“A questo proposito – prosegue Bonasegale – mi piace sottolineare come tra i driver principali di tale incremento, si collochino sicuramente i nuovi affidamenti di servizi da parte dei Comuni di Albairate, Castano Primo e Vermezzo con Zelo; così come la crescita delle nostre Farmacie Comunali che stanno facendo sempre più loro l’idea di quella ‘Farmacia dei Servizi’ fondamentale avamposto di prossimità per la Salute Pubblica dei cittadini, trend confermato anche dall’incremento di fatturato del 3% rispetto al 2022. Certo sono numeri che sono suscettibili di ulteriori margini di miglioramento ma che indicano come la strada intrapresa sia quella giusta”.

Al pari della valorizzazione del personale con l’assunzione di 30 nuovi profili nel 2023 così come previsto nel Piano Triennale Occupazionale “2023-2025” programmato in termini di risorse umane a supporto delle linee di sviluppo deliberate.

Più nel dettaglio, 25 sono state destinate ad attività operative, 2 al servizio di ‘Farmacie Comunali’, 2 al Servizio “Amministrazione, Finanza e Controllo” ed 1 destinata al Servizio “Energia”.

“Le persone – commenta Bonasegale – sono la forza per un’Azienda di servizi, questo per Amaga rappresenta il suo asset essenziale. Tra l’altro, questi numeri stanno ad evidenziare come lavorare nel pubblico possa essere fonte di soddisfazione, ancorché di crescita professionale.

Così come si prosegue nella volontà di ingaggiare figure giovani che con il loro dinamismo e la loro formazione possono andare a creare un’ottima sinergia con le colonne storiche della nostra Azienda”.

In questo senso anche il saldo (+25) tra i nuovi ingressi e chi ha lasciato Amaga SpA (compresi i pensionamenti), testimonia questa ambizione di consolidare un’Azienda dalle radici profonde, che non dimentichi la sua ‘mission’ storica, ma che al contempo sia protesa al futuro così da confrontarsi al meglio con le nuove sfide della competitività.

Da ultimo in linea con il Piano Triennale degli investimenti “2023-2025” si evidenzia come nel corso del 2023 le immobilizzazioni (al netto deirelativi fondi ammortamento) siano aumentate per complessivi Euro 1.103.895 (Euro 653.054 nel 2022), incremento principalmente trainato dalla seconda tranche di investimenti sostenuti per la ristrutturazione dell’Ecocentro di proprietà del Comune di Abbiategrasso (Euro 883.323, dopo gli Euro 1.361.583 già sostenuti tra il 2021 ed il 2022), dagli investimenti destinati al rinnovo del parco mezzi, attrezzature e software aziendale e da quelli nel campo dell’efficientamento energetico.

Il riconoscimento di queste azioni ha contribuito, proprio in questi giorni, all’ottenimento della certificazione ISO 45001 che consente alle organizzazioni di attuare un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro volta alla diminuzione dei rischi ed al miglioramento delle loro prestazioni attraverso la creazione e l’attuazione di politiche e di obiettivi efficaci. Questa certificazione, il cui ottenimento è particolarmente impegnativo, va ad aggiungersi alle UNI EN ISO 9001:2015, UNI EN ISO 14001:2015, UNI EN ISO 50001:2018, UNI CEI 11352:2014 ed ATTESTAZIONE SOA.

“Si tratta di interventi – conclude Bonasegale – che una volta di più ribadiscono il ruolo di un’Azienda al servizio dei cittadini, il cui scopo è di alzare sempre più l’asticella della qualità delle prestazioni e dei servizi offerti”.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -