Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Giovedì 14  Dicembre  2017, ORE 22:00 - PROVERBIO: "Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia”

UPDATED ON: Thursday 14 December 2017,  24:00  Mecca time - 21:00 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 06/06/2011 alle 21:05:00 in Attualità

«Premio Isimbardi-Giornata della riconoscenza», consegnati i riconoscimenti ai 51 vincitori



Podestà: «La nuova benemerenza ai giovani talenti deve indurre la comunità a riflettere sulla disoccupazione dai 15 ai 24 anni»



(mi-lorenteggio.com) Milano, 6 giugno 2011 - Alla presenza dell’arcivescovo di Milano, cardinale Dionigi Tettamanzi, del vicepresidente dell’Ente e assessore alla Cultura, Novo Umberto Maerna, del presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dapei, degli assessori e dei consiglieri, il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, ha consegnato, in serata, il «Premio Isimbardi» 2011 ai 51 vincitori (sei targhe alla memoria, 16 medaglie d’oro, dieci riconoscimenti destinati a giovani talenti e 19 attribuiti ad associazioni, imprese e scuole).

La massima onorificenza dell’Amministrazione viene, com’è noto, assegnata ogni anno, nell’ambito della «Giornata della riconoscenza», a quanti, nella loro opera, in campi disparati, si sono distinti per l’impegno profuso a favore della comunità del Milanese e di Milano. La cerimonia, che s’è svolta presso la Sala Barozzi dell’Istituto dei ciechi, è stata condotta da Cesare Cadeo.

La commozione dei familiari, degli amici e di tutto il pubblico convenuto alla manifestazione ha caratterizzato la consegna dei riconoscimenti alla memoria come, del resto, era avvenuto l’anno scorso con i premi assegnati a Raimondo Vianello e Mike Bongiorno.

Visibilmente turbati, i genitori di Sonia Bonacina, la giovane attrice scomparsa a soli ventotto anni a causa di un tragico incidente, hanno ritirato la targa in memoria della figlia, divenuta, ormai, uno dei simboli dell’impegno per la sicurezza stradale assunto dall’Ente. Molta emozione ha accompagnato anche la consegna del premio dedicato a Giacomo Burla, capace di donare la propria vita nel tentativo di salvare l’amata moglie Amalia Di Chello (che ha ritirato il riconoscimento accompagnata dalla figlia Marcella), rimasta accidentalmente impigliata in un convoglio presso la stazione di Treviglio. Altre targhe alla memoria sono state assegnate ad Angelo d’Arrigo, ricercatore ed etologo di fama internazionale scomparso a 47 anni in un incidente aereo, Giovanni Giudici, poeta, giornalista e scrittore mancato recentemente, Marco Pelosi, chimico, professore universitario e autore di numerose pubblicazioni scientifiche, e Umberto Re, sindaco di Boffalora Ticino e capo di gabinetto del presidente della Provincia di Milano Livio Tamberi dal 1995 al 1999.

Da quanti non sono più con noi ma vivono, comunque, nella nostra memoria a coloro che continuano a operare per il bene del Milanese e di Milano. Come molti giovani. Proprio la sezione dedicata ai «Giovani talenti» ha rappresentato la novità di quest’edizione del Premio. L’Ente, di concerto con le Università milanesi pubbliche e private, ai centri di ricerca e a rappresentanti della società civile, ha individuato alcuni ragazzi che hanno avuto la capacità di distinguersi per impegno e competenza nei diversi campi di applicazione.

Una targa speciale è stata consegnata a: Federica Alemanno (su proposta dell’Università San Raffaele), laureata in Psicologia e autrice di numerose pubblicazioni scientifiche; Raul Caruso (su proposta dell’Università Cattolica del Sacro Cuore), laureato in Economia del commercio internazionale e dei mercati valutari; Carlo Cinque (su proposta dell’Università Iulm), laureato in Comunicazione dei mercati dell’arte e della cultura; Davide Crepaldi (su proposta dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca), laureato in Psicologia; Giada Di Stefano (su proposta dell’Università commerciale Luigi Bocconi), laureata in Economia aziendale; Simone Gamba (su proposta del Politecnico di Milano), laureato in Ingegneria chimica; Luca Ravagnan (su proposta dell’Università Statale di Milano), laureato in Fisica.

Altri premi, inoltre, sono stati attribuiti ai «giovani talenti» che si sono distinti nel campo dello sport e della cultura musicale. Fra questi spicca la band dei Modà, classificatasi al secondo posto alla sessantunesima edizione del Festival di Sanremo. Altri riconoscimenti sono andati a Daniele Gilardoni, uno dei campioni più amati dai tifosi e dagli appassionati di canottaggio, vincitore di dieci Mondiali, e a Daniele Rustioni, diplomatosi al Conservatorio «Giuseppe Verdi» di Milano e capace, a soli 28 anni, di dirigere l’«Aida» sul palcoscenico della Royal Opera House di Londra.

Scroscianti applausi hanno salutato il ritiro della medaglia d’oro da parte degli esponenti della società milanese insigniti della benemerenza in virtù dell’impegno profuso sul territorio a favore della collettività. Tra i premiati figuravano, del resto, Carlo Sangalli, presidente della Confcommercio e della Camera di commercio di Milano, Marco Berry, autore e presentatore di programmi televisivi spesso impegnati in temi sociali, Claudio Brachino, giornalista e scrittore, Giulia Maria Mozzoni Crespi, protagonista di una delle più importanti stagioni del «Corriere della Sera» e fondatrice del Fai, Alessandro Giuliano, capo della Squadra Mobile di Milano, e Benedetta Parodi, giornalista.

Soddisfazione per il riconoscimento anche da parte degli altri premiati: Loris Aldo Peverada, musicista e direttore della Scuola Civica di Musica di Pieve Emanuele, Italo Agnelli, organizzatore e «anima» dell’Associazione commercianti di Abbiategrasso, Franco Ascani, presidente della Ficts e componente del Comitato internazionale olimpico, Agostino Campari, proprietario di un ristorante di cucina milanese ad Abbiategrasso, Gianfranco Chierchini, ricercatore e consigliere di Acinnova, William Senigalliesi, pittore di strada, Pasquale «Lillo» Spinelli, oncologo, Giancarlo Trentini, professore universitario, Vittorio Emanuele Trifone, imprenditore, e Giuseppe Vico, professore di Pedagogia generale.

Il settore del Premio Isimbardi riservato all’associazionismo, alle imprese e alle scuole ha visto, fra tante realtà, riconosciuto l’impegno profuso dall’Associazione per il tempo libero «Athla onulus», dal Centro missionario magentino, da Crespi Bonsai, dall’Ospedale di Chirundo e dalla Società pane quotidiano. Premiati pure: Associazione abruzzese e molisana «Raffaele Mattioli», Associazione culturale Forma e contenuto «Bach Street School», Associazione «La Maiella» di Rho, Asd Rugby Parabiago, Asd Shadow Archery Team, Asdv «Il Bersagliere», Centro di aggregazione giovanile «Tarabella», Comitato salvaguardia del Ticino, Confapi Milano, Confraternita di Misericordia Segrate, Istituto Tecnico Agrario Statale «G. Mendel», Marignani Servire, Scuola del fumetto e Società Agraria di Lombardia.

«Rispettando il regolamento del "Premio Isimbardi-Giornata della riconoscenza" - ha dichiarato il presidente Podestà -, abbiamo selezionato quanti insignire della massima onorificenza attribuita dall’Ente osservando a 360 gradi le personalità affermatesi nel Milanese e a Milano. Sono state tenute in considerazione le candidature presentate non solo da componenti della Giunta e consiglieri di maggioranza e di opposizione ma anche da amministratori locali ed esponenti della società civile. Questa benemerenza si pone, del resto, come finalità quella di indurre a riflettere l'intera comunità circa gli esempi da imitare nell'ottica di favorire un miglioramento dell'intera società. Auspico che a questa riflessione complessiva possano partecipare pure i media, che, troppo spesso, sembrano, invece, concentrati sulla sottolineatura di cattivi esempi. E mi auguro che l’istituzione di una sezione del riconoscimento dedicata ai giovani talenti stimoli tutti i milanesi a impegnarsi per offrire un contributo alla soluzione del problema rappresentato dall’alto tasso di disoccupazione dai 15 ai 24 anni».


Redazione


print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Voi vi fidate di più della Merkel o di Trump?

Merkel
Trump
Di nessuno dei due

Tutti i sondaggi

banner


banner