Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Lunedì 16 Luglio 2018, ORE 23:00 - PROVERBIO: A luglio levati il corpetto e butta le coperte fuori dal letto.
UPDATED ON: Tuesday  17 July  2018,  01:00 Mecca time  22:00 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 18/06/2015 alle 15:38:29 in Cronaca

LOMBARDIA.TRASPORTO MERCI PERICOLOSE, ESERCITAZIONE SABATO A BUSTO ARSIZIO (VA)



Obiettivo principale del progetto - spiega in una nota l'assessore regionale all'Ambiente Claudia Maria Terzi - consiste nell'affinamento e nel consolidamento delle procedure e delle modalita' operative in materia di sicurezza con particolare riferimento alle tecniche di intervento dei nuclei specialistici.


(mi-lorenteggio.com) Milano, 18 giugno 2015 - La valutazione del rischio connesso al Trasporto di Merci Pericolose su strada? Sabato mattina ne sapremo di piu' grazie a un'esercitazione di sicurezza chiamata DETAM 2015 'Destination Emergency Transport Accident Management' organizzata da Regione Lombardia nell'ambito del Progetto Strategico Interregionale Italia Svizzera 2007-2013 PTA-DESTINATION in collaborazione con la Direzione Regionale Vigili del Fuoco Lombardia, Politecnico di Milano, HUPAC S.p.a e Den Hartogh Logistic.

L'esercitazione, che vedra' diversi mezzi delle forze dell'ordine, ambulanze e dei vigili del fuoco impegnate, si svolgera' questo sabato dalle ore 8,30 alle 12,30 al parcheggio della Hupac di Busto Arsizio, nel Varesotto. Nello specifico, l'esercitazione simulera' un incidente stradale di un veicolo pesante che trasporta una sostanza infiammabile con conseguente sversamento.

GLI OBIETTIVI - "L'obiettivo principale del progetto - spiega in una nota l'assessore regionale all'Ambiente Claudia Maria Terzi - consiste nell'affinamento e nel consolidamento delle procedure e delle modalita' operative in materia di sicurezza con particolare riferimento alle tecniche di intervento dei nuclei specialistici. L'esercitazione ha inoltre lo scopo di validare le sinergie tra i soggetti e gli enti competenti nella gestione dell'emergenza rafforzando la cooperazione tra personale attrezzature e mezzi impiegati sul luogo dell'evento: da Arpa fino ad Areu e alle stesse Forze dell'Ordine, a cui va il nostro ringraziamento per l'impegno profuso". DANNI SIGNIFICATIVI - "Sappiamo ormai bene tutti come gli incidenti stradali - continua Terzi - che coinvolgono veicoli adibiti al trasporto di sostanze pericolose possano causare significativi danni all'uomo e all'ambiente, con relativi impatti sociali ed economici che gravano sulla collettivita'. Nel caso di incidente coinvolgente un veicolo adibito al TMP, il danno sociale, comunque presente per un incidente tra veicoli, viene ulteriormente aggravato dalla pericolosita' della merce trasportata, con potenziali conseguenze per cose, persone, flora e fauna, nonche' possibili effetti di contaminazione dell'aria, delle falde, del suolo e sottosuolo". Nonostante tali eventi incidentali siano caratterizzati da una limitata probabilita' di accadimento, le gravi conseguenze di alcuni eventi verificatisi nella storia hanno sensibilizzato l'opinione pubblica e motivato le istituzioni ad interessarsi al fenomeno approfondendo l'aspetto di interazione all'interno del sistema veicolo - infrastruttura - ambiente. Inoltre l'assenza di dati consolidati di traffico relativo al TMP ha reso difficoltosa l'analisi del fenomeno a livello territoriale.

PROFICUA COLLABORAZIONE - E' in quest'ottica che nel 2010 nasce la collaborazione tra le Regioni Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano e il Canton Ticino per lo sviluppo del Progetto DESTINATION (DangErous tranSport To New PreventTive Instruments, 'Conoscere il trasporto di merci pericolose come strumento di tutela del territorio'), finanziato dal Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera 2007/2013. Il contributo sinergico di tutti i partner ha consentito l'implementazione di una rete di acquisizione e analisi dei dati sul trasporto di merci pericolose su strada, composta da una serie di varchi elettronici installati sulle principali strade e autostrade del territorio di progetto grazie alla collaborazione con i gestori delle infrastrutture stradali; un modello di analisi del rischio da trasporto di merci pericolose, che consente di stimare e analizzare gli effetti di eventi incidentali su bersagli umani e ambientali e non ultimo la creazione di un sistema informativo (SIIG - Sistema Informativo Integrato Globale) come strumento di supporto alle decisioni di livello gestionale e/o infrastrutturale in grado di elaborare mappe tematiche di rischio. NUOVO PROGETTO - L'anno scorso la collaborazione delle Regioni e' proseguita con l'attivazione di un nuovo progetto PTA-DESTINATION 'Percorsi transfrontalieri condivisi' con l' obiettivo di promuovere azioni volte a migliorare e diffondere i prodotti gia' sviluppati nell'ambito dei precedenti progetti Destination e Piattaforma Tecnologica Alpina. Con riferimento al trasporto di merci pericolose si richiama tra le azioni in capo a Regione Lombardia la progettazione e realizzazione di un'esercitazione di sicurezza in scala reale finalizzata a simulare un evento incidentale con TMP.

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Russia 2018, voi finora quante partite avete visto in tv?

Una
Due
Tre
Quattro
Tutte

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
    17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15      

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner


banner