banner



Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Domenica 24 Giugno 2018, ORE 12:15 - PROVERBIO: Giugno la falce in pugno.
UPDATED ON: Sunday  24 June  2018,  14:15 Mecca time  11:15 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 11/03/2018 alle 19:51:38 in Cultura

Trezzano. Ribelli per amore: la Resistenza dei Cristiani



Il 6 aprile presso la Parrocchia Sant'Ambrogio


img


OSPITI: - Lino Pogliani, presidente delle Brigate del Popolo di Senago (Milano) - Danilo Carena, Responsabile Servizio Promozione e Eventi della Fondazione Do n Carlo Gnocchi Onlus

- MONSIGNOR ANGELO BAZZARRI PRESIDENTE ONORARIO DELLA FONDAZIONE DON GNOCCHI

Durante la sua presidenza molto è stato fatto per creare nuovi servizi anche innovativi e speri mentali, specie sul fronte delle cure palliative per malati oncologici terminali e dell'assistenza a pazienti con gravi cerebrolesioni o in stato vegetativo. Ri levante l'impegno dedicato all'ambito della solidarietà internazionale (con il riconoscimento ONG ottenuto dalla Fondazione per la realizzazione di progetti nei Paesi in via di Sviluppo). Uno straordinario lavoro testimoniato dalle numerose benemerenze, premi e riconoscimenti ottenuti in Italia e non solo: tra i più re centi il premio internazionale “Vittorino Colombo” e la laurea honoris causa in “Scienze dei servizi sociali” conferitagli dalla “L.U.de.S” di Lugano, Libera Un iversità degli Studi di scienze umane e tecnologiche.

- i familiari del BEATO ODOARDO FOCHERINI e del BEATO TERESIO OLIVELLI. FOCHERINI: medaglia d'oro al merito civile della Repubblica Italiana e iscritto all'Albo dei Giusti tra le Nazioni a Yad Vashem per la sua opera a favore degli ebrei durante l'Olocausto, per la quale fu arrestato e morì nel campo di concent ramento di Hersbruck in Germania. OLIVELLI: (da Wikipedia): i kapò lo odiavano più degli altri prigionieri. In lu i i nazisti vedevano un atteggiamento quasi sacerdotale e il loro odio nei suoi confronti aumentava. Inoltre, si prendeva cura dei malati, abbandonati a sé stes si. Li portava in infermeria, li assisteva di giorno e di notte, puliva le piagh e, distribuiva la sua magra razione agli altri, per farli sopravvivere, mentre l ui deperiva. Quando lo scoprivano le SS lo picchiavano a sangue, poiché in quell 'inferno non erano ammessi gesti di religiosità e atti di carità. A seguito dell e continue percosse dei kapò per il suo atteggiamento religioso e caritativo, ve rso la fine di dicembre 1944 era pieno di piaghe e di ferite. Il 31 dicembre acc adde l’irreparabile: Teresio tentò di difendere un giovane picchiato dal kapò, s i mise di mezzo, fece da scudo con il proprio corpo e ne ricevette un forte calc io allo stomaco. Non si riprese più. Rimase in vita ancora per oltre due settima ne, in un'agonia dolorosa e prolungata. Morì nella notte, alle prime ore del 17 gennaio 1945. E’ lui l’autore della poesia che termina con i versi: “Signore del la pace e degli eserciti, Signore che porti la spada e la gioia, ascolta la preg hiera di noi ribelli per amore”.

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
24 25 26 27 28 29 30
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23          

Eventi del giorno


Segnala un evento
banner


banner