Coppie di fatto: quel che c’è dietro i “DICO”

    0
    492

    Mi stupisce l’accelerazione del Governo sulle coppie di fatto, penso che era meglio occuparsi prima delle politiche familiari. Occorrono progetti per favorire il matrimonio per le giovani coppie e per la ripresa della natalità con maggiori garanzie per il lavoro, per la casa e per gli asili nido. Il governo deve assolutamente dire in modo più chiaro che la famiglia è “la” priorità. E quindi destinare a essa più risorse economiche.
    L’obiettivo è quello di trasformare e rivoluzionare ulteriormente l’istituto familiare. Onore al merito a Clemente Mastella, che ha dichiarato di volersi dimettere se qualcuno oserà costringerlo a votare a favore dei Dico. Onore al merito, perché Mastella dice di voler fare quello che un politico cattolico, fedele alla propria identità e alla propria coscienza, dovrebbe fare.
    I ‘Dico’? Una potenziale "minaccia" per "il futuro della nostra società". "Una ferita alla famiglia".
    Pertanto, il mio giudizio su tale iniziativa di legge non può che "essere negativo". finirà per pesare non poco sul futuro della nostra società. "E’ una ferita al matrimonio il ddl getterà le basi per una forma alternativa di famiglia e che pertanto si pone in contraddizione con l’articolo 29 della Costituzione della Repubblica Italiana, che cita le testuali parole:”La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sull’eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare.”

    Cesano Boscone, 12-02-07
    Salvatore Ariemma

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui