25.9 C
Milano
venerdì, Luglio 19, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

"Spot a corredo della relazione sul bilancio 2007" di A. Iorio

Buona sera a tutti,
devo dire, la sera ed il concerto previsto per la stessa ora del C.C. ci ha lasciati sbigottiti, poi ho pensato che magari il Sindaco o il Vicesindaco vogliono ammorbidirci, visto l’argomento che dobbiamo trattare oppure vogliono adeguatamente festeggiare il mio compleanno!
Se fosse così, per questo avrei partecipato e portato il mio strumento (chitarra), ed avrei suonato le canzoni della mia regione. Ma in realtà niente di tutto questo.
Entrando nel merito dell’argomento, dobbiamo far notare che questa volta gli atti dl bilancio sono a noi pervenute per tempo, sono state inoltre programmate due utili commissioni (il 5 ed il 12 marzo).
A dire il vero, abbiamo sollecitato la convocazione di un’ulteriore commissione economica, però da parte di qualcuno non è stata ritenuta necessaria, anzi, qualche componente della stessa ebbe a dire che la commissione economica non era necessaria, tanto il bilancio lo avrebbe votato comunque, ed a favore.
Anche noi della minoranza lo voteremo, ma sarà espressione di voto contrario, dandone chiaramente le opportune motivazioni.
Un antico proverbio latino diceva: spero, prometto e giuro reggono l’infinito futuro!
Mi spiego meglio:comunicare, informare, efficientare, razionalizzare esternalizzare sono parole che spesso ci ritroviamo nella relazione accompagnatoria del bilancio. A proposito di esternalizzare, questa amministrazione comunale ha esternalizzato:
1. servizio raccolta rifiuti e riscossione;
2. stipendi del personale;
3. servizio riscossione fognatura;
4. servizio riscossione acque potabile;
5. servizi cimiteriali;
6. servizi bancari;
7. servizio affissioni;
8. refezione scolastica;
9. servizio contravvenzionali;
10. il servizio biblioteca;
11. il servizio domiciliare agli anziani;
12. la futura piscina comunale (sempre che troviate l’acqua…);

e per ultimo, la finanza creativa!
La costituzione di una società patrimoniale (Progetto Cesano S.r.l), previsto negli indirizzi generali di governo, ai fini di raggiungere gli obiettivi primari dell’ente per il miglioramento della qualità dei servizi, per strumenti finanziari più idonei, per acquisizione diversificata dei finanziamenti, come si concilia con le esternalizzazioni? Non riesco a capire quali sono i servizi rimasti all’ente?!
Io, al posto vostro, fatta eccezione per qualcuno, prendere in seria considerazione di esternalizzare qualche Assessore e qualche Consigliere Comunale, almeno non fanno danni ad alcuno, e non è un peso economico per i cesanesi.
L’ente – comune è rimasta una scatola vuota, ed ecco perché è stato pensato dagli scienziati che girano intorno all’amministrazione cesanese, ed a cui elargiamo fior di parcelle, un nuovo palazzo municipale, come strutture di rappresentanza della vuota amministrazione comunale, con alto valore (simbolico?), il tutto per la modica spesa di circa 5 milioni di euro che noi tutti, cittadini cesanesi, dovremo pagare, per chissà quanti anni!
E poi addirittura si parla del sistema di Qualità, dell’organizzazione ISO 9001 ed anche ISO 14001 (v. pag. 33 e 37), registrazione Hamas (o scusate, sistema di registrazione EMAS), sistema di ecogestione ed audit ambientale: ed Agenda 21, che fine ha fatto? Dobbiamo cercarla con “Chi l’ha visto”, su RAI 3?
Alla società patrimoniale è stata demandata la gestione e la realizzazione di opere pubbliche per un importo complessivo di 10 milioni di euro, ed esattamente:

PROGRAMMA 1.
1. la realizzazione del nuovo municipio (5 milioni di euro circa);
2. adeguamenti normativi sul patrimonio (circa 610.000 € previsti);
3. acquisiti di attrezzature per la sicurezza (circa 300.000 €);

PROGRAMMA 8.
4. realizzazione della palazzina di via Kennedy, spesa prevista circa 1.500.000 €;
5. intervento palestra di via Vespucci: spesa prevista circa 700.000 €;
6. manutenzione Teatro Piana: spesa prevista circa 750.000 €;

PROGRAMMA 9.
1. manutenzione straordinaria delle scuole, spesa prevista circa 1.500.000 €;
2. manutenzione agli edifici per la formazione professionale: circa 840.000 €;

Con quali finanziamenti, la Patrimoniale affronterà tali investimenti? Chi li garantirà.
Il personale, a tutt’oggi, ne è stato informato?
L’ultima trattativa con il personale è avvenuta nel mese di dicembre 2006, su questo bilancio di previsione, nessuna informazione ne comunicazione è stata inviata: l’unico accordo firmato è quello relativo al passaggio in patrimoniale dei dipendenti del Comune.
La struttura che si occuperà o che si sta occupando dal primo gennaio 2007, come è stata finanziata?
Come è partita? Chi ne fa parte? Con quali risorse?
L’altra novità è la Fondazione, gradiremmo essere informati per tempo, sulle modalità di costituzione.
Non comunicare, non informare, sono imperativi di questa amministrazione, a cui però piace scrivere in qualunque documento le parole: INFORMAZIONE E FORMAZIONE.
Sono e restano solamente parole.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2007 (2)

Interventi flash…

A pagina 56, quarto comma, si legge che si è reso necessario un accordo transattivo tra questa amministrazione e l’azienda agricola Plebani per avere l’area di via Vespucci / via D’acquisto libera di beni e cose.
La perizia di stima predisposta e profumatamente pagata (ben 12.000€) ha verificato e tenuto conto che il bene non era nella piena ed assoluta disponibilità del Comune?
Perché adesso i cittadini cesanesi debbono pagare altri 130.000 € all’Azienda Agricola (oltre gli oneri legati alle prestazioni professionali di consulenti esterni)?
A proposito, quanto ci sono costati, questi professionisti?

Per quanto riguarda la vendita vera e propria dell’area, continuiamo a chiederci se sia legittima la contrattazione tra l’Amministrazione comunale ed operatori del settore, privati interessasti all’acquisto.
A novembre, dicevate che essa era a buon punto, essendo oggi decorsi i termini per la presentazione delle offerte, è lecito conoscere in prima battuta il risultato dell’asta pubblica?
Infine, chiedo di sapere in questa sede perché sono state secretate le delibere da me richieste relative all’accordo in questione.
Vi voglio tranquillizzare, infine: sappiate che non prenderò impegni da oggi fino al 30 giugno 2007, nell’attesa di sapere dal Sig. Sindaco se sono stato convocato per raccogliere l’orzo nel lotto in questione, come frutto pendente, visto che l’onere della raccolta stessa potrebbe infine ricadere su questa amministrazione!!

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2007 (3)

Pagg. 55, 56, 57.
Non ci è chiaro il concetto di “tavolo tecnico” ipotizzato per il comparto 2CB5: mi pare che gli interventi previsti sono stati tutti autorizzati in Permesso di Costruire: pertanto mi spiegate come pensate di far funzionare questo fantasioso Tavolo Tecnico? Da chi sarà composto? Chi li pagherà? Ma soprattutto, per fare cosa?

Pag. 57 – Ultima comma.

A proposito della commissione edilizia, visto che è in corso la revisione del regolamento edilizio che ne prevede la abrogazione: qual è, ad oggi, il componente della commissione edilizia indicato dalla minoranza?

A proposito della certificazione Emas: com’è che verrà certificata la zona del quartiere Tessera affiacciantesi sulla nuova Vigevanese? Qualche problemuccio di inquinamento ambiente mi sembra che lo presenti.
Abbiamo più volte ribadito il concetto che l’amministrazione comunale (o le amministrazioni comunali) debbono intervenire per la tutela della salute pubblica, monitorando il territorio (per il rumore, per le emissioni in atmosfera, per ambienti insalubri).
Il quattro aprile verrà celebrata l’apertura della nuova mega struttura IKEA: ci chiediamo cosa succederà sulla vigevanese: gli abitanti del Tessera, come usciranno dalle loro case, in elicottero?
Creiamo ed esternalizziamo anche il servizio di elitrasporto? La mia è una battuta, ma credo che per gli interessati, ci sarà ben poco da ridere…
E’ un problema da affrontare prioritariamente, con interventi pensati congiuntamente, non calati dall’alto, ma soprattutto in tempi rapidissimi. I costi complessivi della realizzazione del Progetto PIM sono di circa 100 milioni di euro, di cui 86 milioni per il tratto interrato della vigevanese all’altezza del Tessera: è pura demagogia. Se si trovassero le risorse finanziarie (cosa oggi improbabile), quanti anni ci vorrebbero per vederla realizzata? E’ proprio vero che non c’è un’alternativa più a misura delle persone e meno dell’auto?
Secondo il nostro parere, si deve porre l’attenzione sullo snodo entrate ed uscite della tangenziale Ovest: le vetture in uscita dai grossi centri commerciali debbono poter andare in tangenziale percorrendo il meno possibile della viabilità ordinaria. Non escludo l’ipotesi di elaborare un bando di idee a livello europeo.

Analisi Flash

1. Come mai l’amministrazione comunale non ha proceduto a progettare piani per insediamenti produttivi, artigianali e commerciali? (rif. pag. 2 punto 1.2.4);
2. a pagina 3.1.3 servizi viene rilevata la mancanza di personale per un totale di 11 persone su un totale di 153 di dotazione: quante consulenze di tecnici esterni sono state affidate? E quanto personale vario è stato utilizzato?
3. pag. 5 punto 1.3.2. strutture: non è previsto nessun aumento della popolazione scolastica ed i nuovi insediamenti sono tutti DICO?
4. sempre a pag. 5 punto1.3.2.5 con l’aumento della popolazione prevista con i nuovi insediamenti si è valutato il dimensionamento del servizio di raccolta e smaltimento RSU, visto anche il fatto che non è stato considerato nessun incremento della raccolta degli stessi?
5. chi è quel mago che riesce a sapere in anticipo i dividendi della società partecipata (v. pag. 18) addirittura fino al 2009?
6. pag. 26, punto 2.2.: come mai la riscossione dei crediti nell’esercizio in corso è di € 400.000, e poi negli anni successivi non è previsto nulla?
7. pag. 32 – per lo sviluppo socio – economico del territorio sono previste zero euro di spese per investimenti, per l’anno 2007: tutti i programmi hanno avuto finanziati investimenti, questo vuol dire che se ne occuperà la patrimoniale?
8. pag. 35 – l’inizio della gestione della patrimoniale è decisamente nebuloso, vedi il centro sportivo Cereda ed il servizio di pulizia delle sede: di quali sedi stiamo parlando?
9. pag. 45 – Punto 3.4.3.1: come mai non sono previsti, nel 2008-2009 investimenti nel settore dell’informatica (pag. 50)? Cosa vuol dire tassa di occupazione spazio? Cosa vuol dire soddisfazione da parte dei contribuenti?
10. pag. 51 – punto 3.4.3.1.: come mai questi accantonamenti per la manutenzione del patrimonio? Ma non è passato tutto alla patrimoniale?
11. pag. 59 – punto 3.4.3.1.: due milioni di euro per acquisizioni immobili: quali?
12. pag. 88 – punto 3.4.3.1.: cittadella dello sport: qual è? Un milione di investimento? Partecipazioni: 52000€! Palazzina Kennedy, scuola di musica: 1.500.000€!? quanti cesanesi sono iscritti alla scuola di musica? Ad oggi, quali sono le rendicontazioni economiche della scuola di musica? Vi sono passività?
13. a pag. 117: si prevedeva per il mese di gennaio 2007 la disponibilità dell’appartamento di via dei salici, confiscato e messo a disposizione dell’amministrazione comunale per alloggiare tre nuclei familiari: che fine ha fatto, sono tre anni che è fermo!

Infine, sulla base delle considerazioni fin qui esposte, non posso che ribadire e confermare il mio voto contrario all’approvazione del Bilancio sottopostoci.

Achille Iorio

Capogruppo F.I. Cesano Boscone

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -