17.7 C
Milano
lunedì, Ottobre 3, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Treni, Cattaneo: "Nel 2009 servizio potenziato del 25%"

Milano 18 aprile 2007 – Entro il 2009 il servizio ferroviario regionale sarà potenziato del 25% grazie al completamento di molte nuove infrastrutture (Passante, linea Milano-Bergamo, Milano-Lecco, rete Alta Capacità) e all’estensione delle linee S (Lodi, Pavia, Carnate e Besana, solo per citarne alcune). Il servizio, dunque, riorganizzato su più livelli, sarà incentrato sul servizio suburbano di Milano e su quelli regionali espressi oltre, ovviamente, agli altri collegamenti interpolo. E’ questo il quadro tracciato dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, nel suo intervento al convegno organizzato dal presidente della Commissione Regionale Trasporti, Marcello Raimondi, che ha fotografato la situazione del sistema ferroviario lombardo.

"Per potenziare i servizi – ha detto Cattaneo – servono nuove risorse che possiamo reperire in vario modo. Da un lato si tratta di rendere più efficiente il sistema di produzione dei servizi così che possano scendere i costi. Dall’altro lato occorre che siano incrementate le risorse per il servizio ferroviario regionale. Oggi infatti lo Stato trasferisce alla Lombardia 232 milioni di euro che sono esattamente gli stessi soldi che versava nel 2001: sono fondi che la Regione ha aumentato con 20 milioni di euro propri, ma che oggi non può più stanziare per rispettare il Patto di Stabilita. In terzo luogo occorrerà riflettere sulla possibilità di una graduale revisione delle tariffe che oggi coprono solamente il 30% del costo del servizio e mentre gli altri due terzi devono essere ogni anno ripianati con danaro pubblico, da parte della Regione".

Secondo l’assessore regionale sono 100 i milioni di euro che mancano ogni anno per completare il piano di potenziamento delle ferrovie e per aumentare il numero di convogli così come programmato dal piano 2007-2009. Dal 2002 ad oggi si è mantenuta una media annua di 122 milioni di euro di investimenti, ma queste risorse non sono più sufficienti. "Proprio per questo – ha aggiunto l’assessore – ieri, in occasione della riunione del Tavolo Milano, il presidente Formigoni ha fatto presente al Governo nazionale la scarsità di risorse con cui ci troviamo a fare i conti per completare questo ambizioso piano".

"Ma questa è la strada – ha detto ancora Cattaneo – affinché in Lombardia entro due anni circolino solo locomotive e carrozze efficienti, le stazioni ferroviarie siano efficaci punti di interscambio, il servizio ferroviario sia riorganizzato con orari semplici e costanti su tutta la giornata e soprattutto i numerosi pendolari lombardi possano usufruire di treni degni di essere definiti tali, dunque, più puntuali, puliti, confortevoli, meno sovraffollati e con informazioni più chiare".

In quest’ottica, già tanto è stato fatto: dal 2001 sono stati investiti 823 milioni di euro, 733 dei quali provengono dalla sola Lombardia che hanno permesso di iniziare e, in alcuni casi concludere, importanti interventi, come ad esempio:
– il quadruplicamento della Bovisa – Cadorna (2007)
– il quadruplicamento della Milano – Treviglio (2007)
– l’apertura del Passante ferroviario ramo Rogoredo (2008)
– Alta velocità/alta capacità Milano – Piacenza (2008)
– tunnel di Castellanza e altri lavori connessi (2008)
– il raddoppio della Carnate – Airuno (2007)
– il raddoppio P.ta Romana – Abbiategrasso e Parona – Mortara (2009)
– Alta velocità/alta capacità Milano – Novara (2009)
– l’apertura nuove stazioni/fermate: Camnago (2006), Romolo (2006), Pregnana Milanese (2007), Pozzuolo Martesana (2007), Rho-Fiera (2008), Pieve Emanuele (2008-2010), Milano Forlanini e Varese.

L’assessore ha lanciato infine la proposta di far assumere alla Regione il ruolo di unico soggetto regolatore del servizio di trasporto ferroviario regionale: "Definire le tratte e gli orari di percorrenza in base alle reali esigenze di mobilità dei pendolari e dei cittadini di tutta la Lombardia, sarebbe la forma ideale – ha detto – per rendere il servizio ancora più snello ed efficiente".

Redazione + agenzie

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -