Trezzano s/N – Veicoli e documenti rubati: la Polizia locale è intervenuta in quasi 200 casi

    0
    289

    Trezzano sul Naviglio (11 luglio 2207) – Undici persone segnalate all’autorità giudiziaria, 74 veicoli rubati che sono stati recuperati e restituiti ai legittimi proprietari, 6 sequestri penali, 4 extracomunitari espulsi perché privi di permesso di soggiorno, 111 pratiche relative al rinvenimento e alla restituzione di documenti rubati o smarriti: sono solo alcuni dei risultati dell’attività svolta nei mesi scorsi dalla Polizia locale.
    La collaborazione con i carabinieri
    “Abbiamo intensificato i pattugliamenti su tutto il territorio – spiega l’assessore alla Polizia locale, Sandro Napoletano – con controlli mirati, anche insieme ai carabinieri della locale stazione e del comando corsichese, ottenendo importanti risultati, soprattutto nel contrasto a fenomeni di presidio illegittimo del territorio. Il sequestro, ad esempio, degli autonegozi che illegittimamente si posizionavano lungo le vie Colombo e Leonardo da Vinci ha permesso di limitare sensibilmente occasioni di aggregazione soprattutto di extracomunitari irregolari, rendendo più sicura la nostra città”.
    Il controllo del territorio
    Il monitoraggio costante eseguito dagli agenti della Polizia locale ha anche permesso di individuare, con il successivo sequestro penale, un immobile industriale in via Cilea 9 (oggi bonificato dal proprietario, con la supervisione di Arpa) dove venivano svolte attività illecite di demolizione dei veicoli.
    “Molto presto – prosegue Napoletano – verranno assunti due nuovi agenti che ci permetteranno di implementare l’orario di servizio della polizia locale fino alle 22.00”. Verrà così concretizzato il terzo turno previsto dal programma di governo del sindaco Liana Scundi.
    Un progetto di politica amministrativa
    “Sul fronte della sicurezza – spiega il primo cittadino di Trezzano – abbiamo operato su due fronti: quello della prevenzione e quello del presidio sul territorio, ampliando anche la nostra partecipazione al progetto di polizia intercomunale, che adesso dura tutto l’anno, accrescendo i pattugliamenti da parte dei nostri agenti, investendo sull’innovazione tecnologica per dotare il comando di una nuova centrale operativa, con la videosorveglianza che ha anche permesso di identificare responsabili di gravi incidenti automobilistici. Proseguiremo, sul fronte della sicurezza lungo le strade, con la collocazione dei dispositivi ‘rosso stop’ che siamo convinti possano ridurre gli incidenti stradali che nel corso del 2006 sono stati 215, di cui 59 con feriti”.
    Il dialogo con la popolazione straniera
    Contrariamente ad altre realtà del milanese, a Trezzano non c’è, in materia di sicurezza, un “problema stranieri”. La Polizia locale svolge verifiche costanti nelle aziende del territorio, soprattutto nelle imprese edili. Dei 27 controlli effettuati, sono state nove le segnalazioni all’autorità giudiziaria e in undici casi si è intervenuti con provvedimenti sanzionatori.
    “Per gli stranieri – spiega il sindaco Scundi – abbiamo scelto la strada dell’integrazione e della coesione sociale. A Trezzano ci risulta che vivano circa 200 stranieri irregolari, stiamo aiutandoli a integrarsi nel tessuto cittadino, con il supporto anche della Caritas trezzanese. Tanto che siamo stati uno dei primi Comuni ad attivare lo sportello migranti con una mediatrice culturale. Servizio che oggi è stato implementato, tanto da diventare territoriale, nell’ambito del Piano di zona con un nuovo servizio sempre a Trezzano”.
    Gli stranieri nelle scuole
    Gli interventi dell’Amministrazione comunale comprendono progetti specifici nelle scuole. “Qui – prosegue il sindaco – sosteniamo un progetto di facilitazione linguistica per gli alunni stranieri”.
    Il progetto, per il quale è stata incaricata la cooperativa Lule, ha coinvolto, nell’anno scolastico appena concluso , 42 alunni per un impegno di spesa complessivo di 24.000 euro.

    Redazione

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui