23.8 C
Milano
venerdì, Ottobre 7, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Tagli Alitalia, Formigoni: "Atto di guerra contro il Nord"

Milano 25 luglio 2007 – Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, chiede al Governo, assieme al sindaco di Milano, Letizia Moratti, "un incontro urgente" per discutere della situazione di Alitalia e degli aeroporti del Nord (Malpensa ma non solo). Il presidente lombardo si è detto "fortemente preoccupato per le notizie che circolano su possibili prossime decisioni del Consiglio di amministrazione di Alitalia che porterebbero ad una penalizzazione degli aeroporti lombardi".
"Dato che il Governo – ha proseguito Formigoni – è ancora il principale azionista di Alitalia, deve assumersi la responsabilità di ciò che il Consiglio di amministrazione decide. La penalizzazione degli aeroporti lombardi con un arroccamento su Roma e su Fiumicino in particolare, con magari il taglio di rotte, voli e servizi a Malpensa, sarebbe una decisione sbagliata da tutti i punti di vista e discriminatoria nei confronti dei cittadini del Nord: si aprirebbe un conflitto politico grave".

"Per questo – ha aggiunto il presidente – ci attendiamo di essere ricevuti e ascoltati dal Governo prima che qualunque decisione venga assunta. E’ necessario inoltre che il Governo sgombri il campo da queste ipotesi e dica finalmente cosa intende fare".
Secondo il presidente lombardo "se il Governo reputa morta la compagnia (che comunque sta peggio di otto mesi fa a causa del fallimento della gara), allora stili il relativo certificato". "Se invece – ha detto ancora Formigoni – si ritiene ci sia ancora una speranza di vita, Alitalia deve scommettere sul suo core business e cioè sul suo mercato di riferimento, il Nord, dove viene venduto il 70% dei biglietti".

Formigoni ha ricordato inoltre come in Lombardia ci sia un consenso pressoché unanime su queste posizioni da parte di tutte le istituzioni e le forze politiche, economiche, sindacali e sociali. Pochi mesi fa il Consiglio regionale ha votato all’unanimità una mozione in cui si ribadiva la centralità del sistema aeroportuale lombardo.
"Mi auguro davvero – ha concluso Formigoni – che il Governo non intenda compiere questo ‘atto di guerra’ verso il Nord. Da parte nostra siamo pronti ad affrontare e risolvere insieme la questione, anche perché non abbiamo mai ragionato con una logica campanilistica e di contrapposizione tra Milano e Roma. La nostra priorità è infatti garantire un servizio aereo adeguato per i cittadini e le imprese".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -