18.1 C
Milano
giovedì, Maggio 26, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Maria Callas e Venezia

Ultimo aggiornamento il 13 Settembre 2007 – 0:27

Il 16 settembre 2007 verrà celebrato al Teatro la Fenice il trentennale dalla scomparsa di Maria Callas, saranno anche ricordati i sessant’anni dal debutto in Italia e a Venezia (con“Tristano e Isotta”) della più grande cantante del nostro tempo con un concerto del soprano Dimitra Theodossiou con la partecipazione della Omnia-Orchestra diretta dal Maestro Bruno Santori.

Dopo il successo riscosso a Cà Vendramin Calergi, sede del Casinò Municipale di Venezia, la Mostra "Maria Callas e Venezia" continuerà ad essere esposta presso il Fondaco dei Tedeschi, sede delle Poste Centrali a Rialto.
La mostra inaugurata il 3 settembre 2007 sarà aperta al pubblico fino al 17 settembre. Ingresso gratuito (da lunedi’ al sabato con orario dalle 8.30 alle 18.30).

Il 18 ottobre 2007 Poste Italiane emetterà a Venezia un francobollo dedicato alla Cantante, il 16 di settembre Poste Italiane metterà a disposizione un annullo speciale che sarà visibile presso il Fondaco dei Tedeschi nel luogo della mostra e al Teatro La Fenice di Venezia dalle ore 18.00 alle ore 20.00.

La mostra dell’associazione culturale Maria Callas dopo Atene, Salonicco, Roma e Venezia sarà a Parigi nel mese di ottobre 2007.

MARIA CALLAS: L’INCONTRO, LA MAGIA

“ La Callas era quasi una persona immortale incarnata nell’arte lirica.
Maria Callas è stata per il canto quello che Toscanini è stato per la direzione d’orchestra”.
Maestro Riccardo Muti all’indomani della sua prematura e tragica scomparsa avvenuta nel 1977

“Davvero quest’Artista ha segnato la nostra epoca e senza dubbio è un Mito che sopravviverà a lungo nel tempo. Nessuna cantante fu più amata, nessuna più detestata di lei. Dominò per un ventennio le scene come una Diva dell’Ottocento, ma rivoluzionò l’interpretazione nel nostro tempo, riportando il belcanto antico”.
Bruno Tosi Presidente Associazione Maria Callas

"Per Venezia non si parlerà solo del suo canto ma saranno presenti nella Mostra anche le immagini della Donna, sulla spiaggia del Lido con la nuova invidiabile linea, dopo il prodigioso dimagrimento, le apparizioni al Festival del Cinema, nel corso della festa data per lei al Danieli nel 1957 da Elsa Maxwell dove incontrò per la prima volta Aristotele Onassis con lei anche in molte foto all’Excelsior .
Le sue ultime immagini riempiono il cuore di sgomento e tenerezza.
C’è tutto: i costumi di scena, gli elegantissimi abiti personali, i gioielli usati sul palcoscenico
e nella vita, i carteggi con i grandi personaggi, con la sua maestra De Hidalgo e l’amato
Pasolini (i ritratti e le poesie di lui, le appassionate lettere di lei, durante la lavorazione di Medea,
ma anche negli anni successivi), gli oggetti più cari a lei appartenuti. C’è proprio tutto: l’atto di
nascita e il testamento, l’intero itinerario fotografico della sua carriera e della sua vita".
Bruno Tosi Presidente Associazione Maria Callas

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -