23.5 C
Milano
giovedì, Ottobre 6, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Ventinovenne sferra pugno al volto di un agente della polizia locale

Corsico – Lacchiarella (13 settembre 2007) – Tenta di tranquillizzare un gruppo di persone un po’ troppo rumorose e riceve un pugno al volto. È successo ieri sera, verso le 22.15 a Lacchiarella, nel sud Milano. Vittima un agente di 36 anni della Polizia intercomunale del corsichese. L’aggressore, 29 anni della provincia di Pavia, è stato denunciato. Pluripregiudicato, è, per ora, a piede libero.

“Il presidio costante del territorio – sottolinea il sindaco di Corsico, Sergio Graffeo – con le pattuglie della Polizia intercomunale è una garanzia per le migliaia di cittadini che vivono nelle cittadine convenzionate. Episodi come quello avvenuto ieri sera sono gravissimi, ma non interromperanno l’importante lavoro compiuto quotidianamente dagli agenti dei sedici comandi e dalla polizia provinciale che pattugliano quotidianamente, a supporto dei carabinieri, una vasta area fino a mezzanotte”.

Erano da poco passate le 22 quando la centrale operativa di Corsico riceve una chiamata da alcuni cittadini di Lacchiarella per la presenza di un gruppo di persone un po’ troppo rumorose nei pressi di un bar vicino al parco di via Zavanasco.
La pattuglia della polizia intercomunale, composta da un agente di Lacchiarella e da uno di Cesano Boscone, si reca sul posto per verificare la situazione.
Iniziano gli accertamenti e il controllo dei documenti, quando uno de due poliziotti, C.A. di 36 anni, chiede informazioni su una motocicletta. Si avvicina il proprietario e, senza dire nulla, sferra un colpo al viso dell’agente.
L’uomo, un italiano di 29 anni residente a Giussago, in provincia di Pavia, con diversi precedenti penali per rissa, viene immobilizzato. Sul posto intervengono altre due pattuglie dell’Intercomunale e una volante dei carabinieri di Abbiategrasso.
Il vigile ferito viene accompagnato all’ospedale Humanitas di Rozzano e, dopo aver ricevuto le prime cure, i medici compilano un referto con due giorni di prognosi.
Il ventinovenne, invece, è stato denunciato per aggressione a pubblico ufficiale. È a piede libero. Nei prossimi giorni si saprà come la Procura della Repubblica di Milano procederà nei suoi confronti.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -