27.5 C
Milano
lunedì, Maggio 23, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Al via la caccia: ecco il calendario venatorio in Lombardia

Ultimo aggiornamento il 15 Settembre 2007 – 14:23

(mi-lorenteggio.com) Milano 15 settembre 2007 – E’ stato varato il calendario venatorio, la stagione di caccia in Lombardia inizia domenica 16 settembre e termina il 31 gennaio 2008. A regolare l’attività venatoria e i periodi in cui sipuò sparare alla selvaggina è il calendario regionale che indica criteri chiari, precisi e puntuali.

"Sono certa – ha afferma in proposito la vice presidente e assessore all’Agricoltura, Viviana Beccalossi", con delega alla caccia – che i circa 100.000 cacciatori lombardi coltiveranno la loro passione con prudenza, salvaguardando l’ambiente e rispettando le regole".
"Anche quest’anno – ha aggiunto la vicepresidente Beccalossi – abbiamo posto in essere provvedimenti finalizzati a regolare e salvaguardare la tradizione venatoria lombarda. Un’azione, la nostra, che ha voluto evitare inutili, dannose e pericolose fughe in avanti basandosi, come è giusto che sia, sul rispetto delle leggi nazionali e comunitarie".

Ecco dunque nel dettaglio il calendario venatorio 2007-2008 con le specie consentite e i relativi periodi di caccia:
– dal 16 settembre al 31 dicembre: allodola, beccaccia, coniglio selvatico, merlo, minilepre, quaglia, tordo bottaccio e tortora;
– dal 16 settembre al 31 gennaio: alzavola, beccaccino, canapiglia, cesena, codone, colombaccio, fagiano, fischione, folaga, gallinella d’acqua, germano reale, marzaiola, mestolone, moretta, moriglione, pavoncella, tordo sassello, volpe, cornacchia grigia, cornacchia nera, gazza, ghiandaia e porciglione. Per combattente e frullino si è in attesa del parere dell’Istituto nazionale della fauna selvatica (INFS);
– dal 16 settembre all’8 dicembre: pernice rossa, starna e lepre comune (in zona Alpi la caccia alla lepre comune termina il 29 novembre);
– dal 1° ottobre al 29 novembre: pernice bianca, gallo forcello, lepre bianca e coturnice delle Alpi;
– dal 1° ottobre al 29 novembre: camoscio, capriolo, cervo, e muflone, fatta eccezione per le cacce di selezione;
– dal 1° ottobre al 31 dicembre, con facoltà delle Province di spostare il periodo dal 1° novembre al 31 gennaio: cinghiale, fatta eccezione per la caccia di selezione.

Questo invece il quadro riassuntivo relativo al cosiddetto "prelievo in deroga" in Lombardia: – storno (specie prelevata per prevenire e limitare i danni all’agricoltura): periodo del prelievo, 1 ottobre/1 novembre; luoghi del prelievo: ATC (Ambiti territoriali di caccia) della provincia di Brescia e nei CAC (Comprensori Alpini di Caccia) della provincia di Sondrio, uniche due province che hanno segnalato e certificato danni rilevanti alle colture; numero massimo dei capi prelevabili giornalmente da ogni cacciatore: 10; numero massimo complessivo di capi prelevabili, nel periodo consentito, da ogni cacciatore: 30
– fringuello: periodo del prelievo, 4 ottobre/5 novembre; luoghi del prelievo: appostamenti fissi sull’intero territorio regionale; numero massimo dei capi prelevabili giornalmente da ogni cacciatore: 5; numero massimo complessivo di capi prelevabili, nel periodo consentito, da ogni cacciatore: 21.
– peppola: periodo del prelievo, 15 ottobre/ 15 novembre; luoghi del prelievo: appostamenti fissi sull’intero territorio regionale; numero massimo dei capi prelevabili giornalmente da ogni cacciatore: 3; numero massimo complessivo di capi prelevabili, nel periodo consentito, da ogni cacciatore: 3.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -