16.3 C
Milano
domenica, Maggio 29, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Ricognizione di Bilancio 2007

Ultimo aggiornamento il 27 Settembre 2007 – 14:47

RICOGNIZIONE BILANCIO 2007.

Una delle funzioni più importanti del Consiglio Comunale è di controllare l’andamento della gestione finanziaria.

Il legislatore, infatti, ha stabilito che entro il 30 di Settembre di ogni anno, l’organo consiliare provveda ad effettuare la ricognizione dello stato di attuazione del bilancio e dei programmi.

Una sorta di finestra, da cui intervenire con eventuali operazioni correttive, per modificare lo stato della situazione finanziaria e verificare se le opere previste nel bilancio di previsione sono state eseguite o in via di esecuzione.

Abbiamo approfittato di questa finestra aperta per guardarci dentro, ma sinceramente non abbiamo visto nulla. Solo fumo. Quello scritto nella relazione che accompagna la ricognizione analitica.

D’altronde questo lo avevamo già anticipato in sede di discussione sul bilancio di previsione, dove non a caso avevamo parlato di “bilancino”, visto che nel nostro comune quasi tutto è stato esternalizzato e viene svolta soltanto la normale ordinaria amministrazione.

Ma anche le “opere” che contano, quelle poste fuori del bilancio di previsione, quelle esternalizzate, o gestite dalla Patrimoniale sono ferme al palo: la realizzazione del nuovo municipio, la piscina, la palazzina Kennedy, gli adeguamenti normativi sul patrimonio, gli acquisti di attrezzature per la sicurezza, l’intervento nella palestra di via Vespucci, la manutenzione del Teatro Piana, la manutenzione straordinaria delle scuole, la manutenzione della struttura Enaip. Opere, alcune condivisibili, altre assolutamente no, che non realizzate penalizzano lo sviluppo della città.

E’ pronta comunque una somma di circa 10.500.000 € per un prossimo bilancio di previsione, modello elettorale in vista delle elezione amministrative, che farà di Cesano Boscone un cantiere aperto.

Le note di rilievo che abbiamo individuato in questa ricognizione di bilancio sono: la vendita dell’area di via Vespucci, dove secondo Alleanza Nazionale si sarebbero dovuto costruire case per i giovani, considerato che in tanti , hanno abbandonato la città che diventa sempre più vecchia; la vendita delle aree della 167, che ha dato la possibilità agli inquilini di diventare proprietari della loro casa a tutti gli effetti; la riqualificazione dell’area ex Cascina Broggi realizzata a cura dell’ERSAF e la realizzazione della “Casa dell’Acqua”.

A tale proposito, c’è stato segnalato da diversi cittadini che nelle ore notturne la fontana è frequentata dai tossicodipendenti che la utilizzano per lavare le siringhe utilizzate per bucarsi, inoltre nelle adiacenze sono state trovate delle siringhe usate.

Alleanza Nazionale chiede formalmente che si provveda a togliere dalle ore 19,00 alle ore 7,00 l’erogazione dell’acqua per impedire un uso improprio della Casa dell’Acqua e garantire la salute dei cittadini.

Scorrendo la relazione sullo stato d’attuazione dei programmi abbiamo scoperto alcuni progetti di cui ignoravamo l’esistenza.

Chiediamo per correttezza istituzionale che tutti i progetti, prima di arrivare in Consiglio Comunale siano presentati e discussi nelle commissioni di pertinenza.

Mi riferisco al progetto “Diamo Spazio al Tempo”, al (PEC) Piano Energetico Comunale al Teleriscaldamento di cui abbiamo scoperto l’esistenza leggendo la relazione.

Abbiamo letto anche che da gennaio ad oggi l’amministrazione ha speso per la consultazione di esperti esterni la somma di 400.000€.

Troviamo sgradevole specialmente in un momento in cui le risorse erariali sono sempre insufficienti, spendere denaro pubblico per i professionisti esterni, quando alcuni incarichi potrebbero essere svolti dai nostri funzionari che conoscono il territorio, sanno usare il buon senso e hanno il pregio di non incidere sulle casse comunali se non per lo stipendio che percepiscono.

I cittadini sono nauseati dallo sperpero di denaro pubblico per gli esperti esterni: esperti per il verde, esperti per il Bilancio Sociale, esperti per il bilancio partecipato, esperti per la Patrimoniale, esperti per la Fondazione, esperti per lo studio di fattibilità del nuovo municipio, esperti per il progetto memoria, esperti per Agenda 21, esperti per lo sviluppo del commercio nel centro storico.

Proponiamo un esperto per dire basta agli esperti.

Alleanza Nazionale chiede informazioni sulle sorti dalla società "Progetto Cesano Srl", che generici vincoli normativi tengono in stand by causando un danno notevole allo sviluppo della città.

Questo stallo non le ha però impedito di affidare la concessione per la gestione del Centro Sportivo Bruno Cereda all’ATI, composta dalla società F.C. Cesano Boscone e dalla Scuola Sportiva di Atletica, suscitando la lagnanza di qualche associazione che aveva sperato nella concessione della gestione del centro sportivo.

Desideriamo inoltre conoscere se i criteri dell’assunzione del personale della Società Patrimoniale corrispondono a quelle di una società pubblica o privata. In altre parole, se l’assunzione avviene tramite concorso o selezione.

Desideriamo conoscere il progetto con il quale l’amministrazione intende affrontare l’annosa questione della Vigevanese, problema che diventa di giorno in giorno sempre più drammatico ed incide negativamente sulla qualità di vita dei cittadini residenti nel quartiere, che da tempo conducono una battaglia in difesa della loro salute senza essere ascoltate dalle amministrazioni di Cesano e di Corsico.

Vorremmo conoscere le modalità di costituzione della Fondazione Culturale che dovrebbe gestire gli ambiti culturali dell’amministrazione e vorremmo sapere se saranno coinvolte anche altre agenzie culturali che svolgono con efficacia il loro compito sul territorio.

Ci piacerebbe conoscere, pur con la riservatezza che la privacy impone, l’elenco dei cittadini che, godendo dei requisiti stabiliti dai criteri di assegnazione degli alloggi nel lotto 2CB5 e nei vari piani attuativi, abbiano usufruito delle agevolazioni per il diritto alla casa.

Concludendo vogliamo chiudere con una richiesta all’assessore alla pubblica Istruzione.

Recenti indagini effettuate dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Milano sugli istituti di istruzione secondaria superiore di Milano e Provincia evidenziano dati estremamente preoccupanti.

Nelle classi prime degli istituti professionali vi è una percentuale del 35% di studenti che abbandonano in corso d’anno o che sono bocciati.

La situazione è critica anche negli istituti tecnici con il 30% e nei licei con il 18%.

Le scuole medie di Cesano e le scuole del centro omnicomprensivo di Corsico svolgono attività di orientamento per la scelta della scuola dopo la terza media.

Riteniamo però che tutto questo non è sufficiente ad informare esaurientemente le famiglie e gli studenti.

Chiediamo pertanto che, in un momento particolarmente significativo per le famiglie di Cesano Boscone, come è quello della scelta della scuola dopo la terza media, l’amministrazione faccia sentire la propria presenza organizzando “ Un Salone dello Studente per l’ ORIENTAMENTO“ nella sala della Trasparenza.

Una giornata dedicata all’orientamento per offrire la possibilità ai cittadini di scegliere con più consapevolezza la scuola più adatta ai loro figli.

DICHIARAZIONE DI VOTO

Alleanza Nazionale ritiene che il 2007 sia stato per i cesanesi e per la città di Cesano Boscone un anno estremamente negativo.

L’amministrazione comunale si è limitata, infatti, a svolgere solo l’ordinaria amministrazione, penalizzando lo sviluppo della città e tenendo bloccate le opere da realizzare con la società Progetto Cesano.

La maggioranza di centrosinistra da oltre un anno vive in uno stato di crisi politica permanente e non ha raggiunto concretamente nessun obiettivo prefissato.

Il Consigliere di Rifondazione Comunista, dopo un anno di contestazioni in Consiglio Comunale su tutte le decisioni della Giunta, si è dimesso dal Consiglio anche in contrasto con la linea del suo Partito.

Successivamente si è dimesso anche l’assessore, con la conseguente uscita dalla maggioranza di Rifondazione Comunista che in questo momento si comporta da ruota di scorta.

Durante la discussione del Regolamento Edilizio si è dimessa la Presidente della commissione territorio.

In questi ultimi giorni un capogruppo, sempre della maggioranza sembrava volesse dimettersi dal Consiglio Comunale per divergenze interne DS in merito al nascente Partito Democratico.

I socialisti sono pronti all’ennesima scissione, non trovando l’accordo al proprio interno oltre che sull’ingresso nel Partito Democratico nemmeno sulla scelta della realizzazione del nuovo municipio.

Dal quadro descritto, traspare il volto di una maggioranza che vegeta in uno stato perenne di fibrillazioni e di contraddizioni, tanto che dopo otto mesi non è stato ancora possibile nominare un nuovo assessore che sostituisse quello dimissionario.

Probabilmente per accontentare qualcuno dopo la nascita del Partito Democratico avremo un nuovo assessore.

Tutte beghe interne alla maggioranza che hanno influito sui risultati e adesso i cittadini ne stanno pagando le conseguenze.

Ragioni per cui Alleanza Nazionale vota contro questa ricognizione di bilancio.

Cesano Boscone 25/09/07 Santi Raimondo
Capogruppo di A.N.

Boscone Boscone 25/09/07 Santi Raimondo
Capogruppo di A.N.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,546FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -