23 C
Milano
lunedì, Maggio 27, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Un C-130J trasporta d’urgenza un ragazzo 17enne in pericolo di vita

Domenica 11 novembre un ragazzo cardiopatico di 17 anni, ricoverato nel reparto di cardiologia dell’ospedale ‘Annunziata’ di Cosenza, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale ‘San Raffaele’ di Milano a bordo di un velivolo da trasporto C-130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa.

A mettere in moto la macchina dei soccorsi, è stata la Prefettura di Cosenza che si è messa in contatto con il Comando Operativo delle Forze Aeree (COFA) di Poggio Renatico (FE). Il coordinamento tra il COFA, che gestisce tra gli altri l’impiego di tutti gli assetti che l’Aeronautica Militare mantiene in prontezza operativa per le esigenze di trasporto sanitario d’urgenza, la Prefettura di Cosenza, la Sala Operativa dello Stato Maggiore dell’Aeronautica e la 46^ Brigata Aerea di Pisa si e’ svolto in tempi strettissimi.

L’equipaggio del velivolo C-130J, composto dal capo equipaggio, capitano Alfred Lane dell’USAF (ufficiale pilota di scambio proveniente dall’Aviazione degli Stati Uniti), dal secondo pilota, tenente Pietro Ciocconi dell’Aeronautica Militare, e dai direttori di carico, maresciallo di 1^ classe Cosimo Miccoli e maresciallo di 1^ classe Corrado Medaglia, è decollato da Pisa alla volta di Lamezia Terme.

Atterrato a Lamezia Terme, l’ambulanza con a bordo il paziente ed i sanitari (un anestesista, un infermiere ed un cardiologo) è stata imbarcata sul C-130J, che è poi decollato alle 15,30 locali per Milano Linate. Dopo due ore di volo, il velivolo è atterrato all’aeroporto di Linate dove ha sbarcato l’ambulanza che ha proseguito per l’ospedale ‘San Raffaele’.

La presenza a bordo di un Ufficiale statunitense fa parte dei programmi di scambio del personale di volo tra l’Aeronautica Militare e le Forze Aeree di molti paesi amici europei ed extraeuropei. Sulla base di specifici accordi bilaterali, il personale di volo dell’Aeronautica Militare opera presso le aeronautiche militari straniere, così come gli stranieri operano in Italia, assolvendo a molteplici funzioni sia nel settore dell’addestramento che in quello operativo.

Un’attività, quella dei trasporti umanitari e sanitari, che l’Aeronautica Militare svolge ogni giorno, 24 ore su 24, principalmente attraverso il 31° Stormo di Ciampino, con velivoli Falcon 50 e Falcon 900, e la 46^ Brigata Aerea di Pisa con i C-130J, velivoli in grado di trasportare apparecchiature ed autoambulanze nonché pazienti colpiti da patologie altamente infettive. Solo nel primo semestre del 2007 sono state oltre 800 le ore di volo effettuate dall’Aeronautica Militare a favore della collettività, per missioni di trasporto sanitario d’urgenza di vario tipo come quelli di persone fortemente traumatizzate o in imminente pericolo di vita, trasporto di organi e/o equipe mediche per espianti/trapianti, pazienti sottoposti a trapianti d’urgenza etc. Nel 2006 erano stata effettuate circa 1600 ore di volo per missioni di tipo sanitario a favore di circa 500 pazienti e 600 equipe mediche. Il 20 per cento di tale attività è stata svolta a favore di connazionali che si trovavano all’estero.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -