17.8 C
Milano
lunedì, Giugno 17, 2024

Proverbio: Giugno ciliegie a pugno

Array

Cesano. Lacrime di coccodrillo

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone 28 novembre 2007 – L’altra sera si è tenuto un consiglio comunale nel quale sono emerse importanti novità politiche e strategiche per Cesano. A parte la notizia sulla discussione della petizione popolare il prossimo mercoledì 19 dicembre presentata dal Comitato No Municipio già anticipata, che trovate in allegato pubblicata ieri, raccontiamo quanto di importante è avvenuto.

Siccome si parlava di cose serie, il Consiglio è durato meno di una riunione di condominio. Ossia, poco dopo le 23.00 l’assemblea è stata chiusa. Di solito si procede oltre la mezzanotte.

Al primo punto all’ordine del giorno è stato discusso l’assestamento del bilancio di previsione 2007. Con tredici voti favorevoli (PD, Unione, Verdi, Italia dei Valori, Socialisti) e 7 contrari (Alleanza Nazionale, Forza Italia, Rifondazione Comunista) l’assestamento di bilancio 2007 è stato approvato con una variazione di spese per circa 100 mila euro, cifra destinata per favorire il sostegno agli affitti.

Mentre, una osservazione per il futuro: nessuno ha fatto considerazioni in merito al caro mutui; pertanto, zero euro sono stati destinati per chi ha contratto mutui, diventati cari; non solo affitti cari, ma, ci sono alcune famiglie cesanesi che hanno contratto mutui che sono diventati troppo cari, che non riescono a pagarlo. Un altro tema questo; però, siccome è meglio prevenire, che curare, perchè se a uno gli pignorano la casa perchè non riesce a pagare il mutuo, poi, va a vivere in affitto…

Nuove entrate, invece, sono state garantite da cessioni di terreni di proprietà, quali l’area tra via Vespucci e la via Salvo d’Acquisto, che hanno portato un totale di 950.000 euro circa di entrate nelle casse comunali, mentre un ulteriore introito di circa 1000000 euro in conto mutui deriveranno dagli oneri di urbanizzazione provenienti dalla proprietà dell’area ex Akzo-Nobel, dove  sorgerà un mega centro commerciale, costituito da 3 centri di 2400 mq ciascuno per una superficie di 20.000 metri quadri, come dichiarato da Raimondo di A.N.. 

Nessuno ha fatto considerazioni in merito alle cifre.

Il consigliere Luca Leonardi di Rifondazione Comunista ha espresso voto contrario alla variazione; ha votato no, in quanto ha dichiarato che il bilancio non è redatto in maniera consona a far capire le singole voci di spesa e a giudicarle. "Avendo funzione di controllo, non ci è possibile farla, se presentato così. Come facciamo a comprendere?"

Inoltre, ha espresso un’altra ragione al suo no; nonostante nel bilancio non ci sia una voce di spesa relativa al nuovo municipio, come ha confermato lo stesso Sindaco, nel piano delle opere triennali, però, secondo Leonardi, la voce nuovo municipio non è stata cancellata, messa nera su bianco, quindi, onde evitare di dare un voto favorevole ad un bilancio di previsione che in qualsiasi momento può essere aggiornato con voci di spese relativa all’opera di cui sono fortemente contrari, ha preferito votare no.

ICI E TRASFERIMENTI: i dubbi di Scognavilla e Bongiorno

Tutta l’opposizione ha votato no. Forza Italia ritorna compatta: è da tanto che non succedeva. Bongiorno e Scognavilla hanno criticato fortemente la politica finanziaria del Governo Prodi, adducendo ricchi interventi in materia, ma, molto tecnici e specifici. Mentre, Bongiorno, però, presenterà analitiche argomentazioni quando si discuterà del consuntivo, Scognavilla ha presentato una interessante osservazione sulla politica finanziaria del Governo, che si ripercuote sui comuni con ulteriori tagli e meri paliativi "di facciata". Ha dichiarato Scognavilla nel suo intervento, molto tecnico, ma, comprensibile: "La decurtazione dei trasferimmenti statali è la principale novità dell’assestamento del bilancio di previsione 2007. In particolare il comune di Cesano Boscone subisce una decurtazione di trasferimenti statali per Euro 197.090,72. Tale decurtazione è la diretta conseguenza dei maggiori introiti ICI stimati, da parte del Governo centrale per effetto degli aggiornamenti catastali dei fabbricati rurali; che comportano in assestamento uno storno dal Titolo II (Entrate per Trasferimenti) al Titolo I (Entrate Tributarie)." "Ma, introiti per l’aggiornamento catastale dell’ICI dei fabbricati rurali non garantirà la copertura dei trasferimenti, dato che il valore residuo di tali fabbricati a Cesano è minimo". Il Sindaco sulla finanziaria oltre a dire che è in fase di approvazione, ha espresso dissenso a quanto dichiarato dai due consiglieri.

Il consigliere Iorio si è molto adirato quando nella dichiarazione di voto ha voluto esprime ulteriori considerazioni, che gli sono state impedite di fare.

Raimondo attacca di nuovo l’operato dell’amministrazione e svela dei retroscena: blocco di via Benedetto Croce e nuova area commerciale

Mentre, il Consigliere Raimondo di A.N. ha fatto una lunga critica all’amministrazione di centro-sinistra, facendo un riassunto di quelli che secondo lui sono gli insuccessi dell’attuale amministrazione, intervento che si può riassumere nella frase pronunciata: "Cesano Boscone meriterebbe una classe politica più attenta e responsabile".
Infatti, ha criticato il cambiamento della compagine consigliare, che ha visto stravolti i gruppi del centro-sinistra, nuove correnti, che altro non sono che "scatole senza contenuti" (citazione di Ariemma, Unione); vede un fatto sciagurato la vendita dei "gioelli di famiglia"   ossia dell’area edificabile sita in via Vespucci adiacente la via Salvo d’Acquisto;  critica le forti perdite della sua maggioranza: un consigliere e un assessore di Rifondazione, agli oneri di urbanizzazione nonchè molte scelte amministrative, quali in ultimo "la chiusura della via Benedetto Croce, la parallela alla Vigevanese, al Tessera", di prossima attuazione secondo quanto preannuncia il Consigliere. 

Anche se è in corso da parte dell’ammistrazione un’attento studio del problema viabilistico e di riqualificazione al Tessera che verrà presentato  oggi, 30 novembre, delle cui soluzioni vi aggiorno nei prossimi giorni.  Quindi, anche quale soluzione definitiva verrà  adottata per la  via Benedetto Croce.

Inoltre, ha dichiarato che: "Sull’area ex-Akzo Nobel (l’area che sorge tra le Orme e  Demas Sposi a , ndr) sono previsti 3 esercizi commerciali di 2.400 metri quadrati l’uno per un area totale di 20.000 metri quadrati destinati a commerciale, con i parcheggi, il cui traffico si sommerà certamente all’incremento che sarà dato dal flusso degli abitanti dell’area ex-Burgo di Corsico.

Mentre, il secondo punto all’ordine del giorno, regolamento comunale per la disciplina delle attività di acconciatore, estetista, tatuaggio e piercing, centro abbronzatura e onicotecnica (cura e rifacimento unghie) è passato all’unanimità.

Vittorio Aggio

Articolo precedente
Articolo successivo

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -