12.2 C
Milano
giovedì, Marzo 23, 2023

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA: BUON 8 MARZO!

Array

Il Nord Ovest Italia per l’Expo 2015

In occasione dell’assemblea della Fondazione delle Province del Nord Ovest
Milano, 7 aprile 2008 – A Torino il Comitato per la Fondazione delle Province del Nord Ovest (Piemonte, Liguria, Lombardia oltre le province di Piacenza e Parma) incontra le Unioncamere di queste regioni per presentare la Fondazione e per avviare possibili azioni comuni.
Questo incontro è l’occasione per il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati, di ricordare come «tra le azioni positive che hanno portato all’ assegnazione dell’Expo 2015, vi è senza dubbio il lavoro svolto dalle istituzioni locali e nazionali, che è andato oltre le appartenenze. Così dovrà essere anche nei sette anni che ci separano dall’apertura dell’Esposizione Universale».
«L’Expo non riguarda solo Milano – ha sottolineato Penati – ma un territorio vasto che va oltre i confini regionali. La realizzazione delle infrastrutture viabilistiche, di quelle destinate ai trasporti e all’accoglienza di circa 30 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo interessano un ampio spazio che coincide con l’intero area nord occidentale del nostro Paese».
In questa prospettiva, la prossima formalizzazione della nascita della Fondazione delle Province del Nord Ovest d’Italia, cui la Provincia di Milano sta lavorando da diverso tempo insieme alle altre Amministrazioni provinciali, costituisce un banco di prova per la capacità delle Istituzioni di fare sistema, in ordine alle proprie competenze, ed in collaborazione con gli altri attori istituzionali e con le forze delle autonomie funzionali e sociali, in vista di un appuntamento dal forte impatto economico, sociale, culturale ed infrastrutturale.
In particolare, su due progetti già avviati (Food Valley e accoglienza studenti universitari) si può costruire un prima opportunità di lavoro comune in previsione di Expo. D’altro canto il ruolo stesso del presidente Penati in qualità di vice presidente dell’Upi nazionale, può favorire questo dialogo e la messa in rete di progetti e collaborazioni.
«E’ una scommessa importante per il sistema Nord Ovest del Paese – ha evidenziato Daniela Gasparini, assessora la Piano strategico dell’area metropolitana milanese -. Giocarsi, all’interno della straordinaria opportunità di Expo, la capacità di costruire una rete tra le Istituzioni di questo territorio, vitale per la crescita e lo sviluppo del Paese. Non solo: il 2011 vedrà Torino al centro dell’attenzione per i festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia e di Torino capitale. Potrebbe essere un ulteriore momento di condivisione e di crescita del sistema Nord Ovest».
«La Provincia di Milano – ha concluso Gasparini – per la sua responsabilità specifica di Ente direttamente coinvolto nell’organizzazione di Expo, è fin d’ora disposta assumersi la responsabilità di valutare e condividere i possibili progetti strategici che potranno coinvolgere, nell’ambito della Fondazione, la responsabilità di altre Province dell’area del Nord Ovest».

IL COMITATO PER LA FONDAZIONE DELLE PROVINCE DEL NORD OVEST

Il Comitato nasce il 20 ottobre 2005 tra le 25 province di Liguria, Lombardia, Piemonte, e la partecipazione delle province di Parma e Piacenza, con l’obiettivo di costituire una rete organizzata di relazioni politiche tra le Province del Nord-Ovest, ed elaborare una strategia comune su temi condivisi e di interesse generale per l’area più industrializzata del Paese e favorire l’integrazione di progetti condivisi dalle Province.

Il territorio interessato dal progetto della costituenda Fondazione comprende 3.082 Comuni e interessa una popolazione di 15.475.862 cittadini, con 1.420.000 di imprese attive (pari al 28% del totale nazionale) che occupano 6.955.000 lavoratori, pari al 31% del totale nazionale (40% delle esportazioni e 50% delle importazioni italiane).
L’obiettivo della fondazione è mostrare la varietà delle politiche di sviluppo locale intraprese nell’area del Nord Ovest e interrogarsi sul ruolo delle Province, a partire dalla loro effettiva capacità di rappresentare e di mediare gli interessi collettivi, di suscitare e sostenere nuove idee di crescita, di intraprendere politiche efficaci, di trovare e mettere a frutto le risorse finanziarie, di rendere compatibili gli obiettivi di sviluppo e di coesione sociale e la tutela e la valorizzazione del patrimonio territoriale.

Tra i soggetti più attivi del Comitato Promotore, la Provincia di Milano, attraverso l’Assessorato Provinciale per il Piano Strategico e il particolare impegno dell’Assessora Daniela Gasparini, opera da tempo in un confronto costruttivo con le amministrazioni e le parti sociali e ha dato impulso ad una nuova progettualità territoriale, mettendo in rete Enti locali, associazioni e cittadini.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -