9.7 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Array

Le foto del serpente innocuo nel cortile della scuola

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 21 maggio 2008 – Ecco, in anteprima unica e a colori, la foto del vero serpente innocuo trovato nel cortile di una scuola cesanese giovedì scorso.

Così, il via al weekend cesanese dedicato all’ambiente con l’iniziativa Festambiente 08  è stato dato, come per ironia della sorte, da un biacco o milordo, una biscia autoctona,  assolutamente non velenosa, che si è presentata alla scuola primaria di via Don Sturzo, nel pomeriggio di giovedì scorso, quando, le maestre hanno segnalato ai vigili e in Comune, la presenza nel cortile di un serpente di oltre un metro. Subito hanno preso le precauzioni del caso, chiudendosi dentro, preferendo di non fare uscire i bambini nel cortile.

Le ipotesi dei primi momenti che si trattava di un biacco,  hanno trovato la conferma ufficiale quando il Comune, allertato dalla scuola, ha coinvolto gli esperti dell’Enpa e del Wwf, i quali subito hanno risposto che si trattava di un serpente di quella specie.

Quindi, non velenosa e, per di più, specie protetta. "La sua presenza, dettaglio interessante, individua un ambiente sano".
L’assessore all’istruzione, Filippo Capuano,  ha dichiarato in un comunicato stampa diffuso nei giorni scorsi: "Ci rendiamo conto -ha detto – che, anche se non sono pericolose, le bisce spaventano. Stiamo cercando di intervenire per risolvere il problema; per questo, abbiamo valutato varie ipotesi, sia quelle immediate che quelle più radicali, come un muro di cinta verso i campi e rinnovare la chiusura delle fessure che si creano nel terreno (l’intervento era già stato effettuato l’anno scorso). L’animale, probabilmente, è stato disturbato dai lavori della piscina comunale".

Tra le ipotesi, i tecnici suggeriscono di scavare intorno ai cordoli del cortile, farla scappare con il rumore, chiedere l’intervento di aziende specializzate che, tuttavia, garantiscano la correttezza dell’intervento, poiché la specie è protetta.

Vittorio Aggio

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img