25.5 C
Milano
martedì, Maggio 24, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

L’avverato ambizioso sogno di Giuseppe Colombo

Ultimo aggiornamento il 27 Maggio 2008 – 19:58

(mi-lorenteggio.com) Corsico, 27 maggio 2008 – Recentemente, in occasione della Festa del Quartiere Lavagna della città di Corsico, presso la Biblioteca del Centro Sociale di Via Curiel, si è svolta una manifestazione religiosa dove poi è stato presentato il Libro-Manuale: L’Antinfiammatorio Tendineo -Metodo G.C. di Giuseppe Colombo, con dimostrazione pratica della tecnica. Era presente l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Corsico Nadia Landoni che ha definito Giuseppe Colombo uno dei tesori della nostra città.
L’ambizioso sogno di Giuseppe Colombo, nasce dal dolore, quando capisce che dopo l’incidente subito mentre era in servizio come pompiere poteva renderlo invalido per sempre. Così studia con tenacia e perseveranza tutte le maniere per decifrare il suo enorme problema, acquisendo una miriade di diplomi:
– Diploma di soccorritore;
– Specializzazione Corpo-massaggio-ginnastica sanitaria;
– Riflessologia Plantare;
– Massaggio Shiato;
– Riflessologia Auricolare;
– Trattamento delle Rachidi – metodo Mckenzie;
– Massaggio Sportivo;
– Dal 2005 docente di Riflessologia Plantare-Auricolare alla Scuola R.A.U. REIKI di RHO.
Palesando un infinito talento creativo, Colombo, detto Pino, una quindicina di anni fa ha cominciato a studiare un metodo tutto suo per risolvere il problema dei dolori ai tendini, ai nervi, ai muscoli ecc. Lo escogita semplicemente servendosi di una specie di penna a punta di capocchia di spillo e, con essa, va a toccare i punti essenziali per disinfiammare, senza l’ausilio di medicine dal momentaneo sollievo con le quali si corre il rischio di intossicare l’organismo.
Infatti, mette in atto questo suo procedimento che ha denominato: L’antinfiammatorio Tendineo – Metodo G.C.
Con la grande efficacia di detto metodo, il maestro Colombo è riuscito a dare un’impronta a qualcosa di nuovo alla medicina alternativa, unica nel suo genere, in quanto è svolta con una tecnica di esecuzione dal duplice beneficio: togliere il dolore senza assumere inutili e dannose medicine.
Attraverso la conoscenza dei suoi studi, analizza il corpo con una procedura che tiene conto da dove proviene il dolore, con l’attrezzo colpisce il punto per arrivare all’obiettivo che è quello di sconfiggerlo per sempre. I suoi gesti non falliscono assolutamente mai, pertanto, essi si proiettano ai confini del corpo, arrivando direttamente alla fonte del dolore per eliminarlo. Il metodo del nostro tempo, non può certo fermarsi ai canoni di vecchia concezione per risolvere il dolore, esso arriva alla trasmutazione ed eliminazione del dolore che va oltre l’immaginazione. Colombo è giunto con delicatezza ed arte ad attraversare il corpo, studiandolo, facendolo congiungere, sposandolo e tirando fuori da esso quella bestia nera ed invisibile che si chiama dolore. Infatti, l’attrezzo, tra le sue mani, segue la rotta del corpo, va ad imprimere ed attraversare il corpo per focalizzare il punto che lui vuole colpire, disinfiammandolo.
E’ così. Il Maestro, dimostra, inconfutabilmente, l’autenticità dell’impiego dell’attrezzo dalla connotazione antidolorifica, che non può essere collegata ad alcuna esistente al Mondo, la si può definire unica, inquadrandola come metodo da trasmettere al futuro, che si proietta nel futuro.
La sua competenza professionale di massaggiatore dall’impronta decisa è senza false retoriche, essa viene unita a quelle dei suoi studi per la disinfiammazione tendinea per arrivare all’apoteosi del benessere. Tutto questo è stato già sperimentato anche dalla sottoscritta, avendo avuto molti benefici in più direzioni.
Pertanto, gli chiedo in che modo è approdato a questo modo di eseguire una professione per farne un’arte per il benessere totale del corpo:
“Ho iniziato solo per passione quanto ero ancora sotto la paura di rimanere paralizzato per sempre, ma mai portata alla luce perché prematura. Dopo un lungo studio, dove il tempo ha fatto da maestro, finalmente sono giunto a realizzare quello che il mio pensiero determinava. In ogni caso, anche se quindici anni fa il mio pensiero era giunto all’arrivo, ho voluto lasciare allo studio del tempo, per cinque sei anni, quale potesse essere il comportamento di questo metodo”.
Gli chiedo quali sono le sue prospettive future e, con molta umiltà, propria dei grandi, mi risponde:
“Migliorare la tecnica, senza dimenticare le origini: spontaneità e semplicità.
Il Maestro Giuseppe Colombo, dall’indomabile spinta interiore, trasmette energia di moto e di pensiero nei quali si percepisce non solo la sua bravura che diventa ispirazione di vita, ma si sente, forte e decisa, l’impronta vulcanica dell’idea del futuro che il Mondo moderno ha bisogno.
Non poteva essere diversamente visto che nelle sue vene arde la fiamma della passione per il suo lavoro nel quale ha dimostrato grande professionalità. In particolare si deve riconoscere a Giuseppe Colombo il merito di aver fatto emergere dalle sue tendenze di inventore l’originalità del suo metodo, dove traspare la naturalezza che illumina la sua vita nell’armonia della carica, dalla quale emerge il fermento interiore che appaga l’esistenza dell’uomo.
A tutto ciò, il Maestro Colombo, unisce la trascendenza della sua professione di massaggiatore che viene inglobata e completata con il suo metodo, audacemente futuribile, che sdoppia e sconfigge la crudeltà del dolore.

Principia Bruna Rosco

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -