14.8 C
Milano
giovedì, Febbraio 2, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Trezzano. Prima edizione del Torneo dell’Amicizia

Trezzano sul Naviglio (6 giugno 2008) – Non parlava ancora, il piccolo Mirko. Ma i suoi grandi occhi e il suo sorriso trasmettevano gioia a chiunque lo incontrasse. Una meningite fulminante lo ha ucciso in sole sei ore. Era il 21 giugno del 2007. Aveva compiuto un anno il 3 giugno. Dopo neanche un mese, un automobilista, all’uscita di Binasco dell’autostrada, taglia la strada ad Andrea, 37 anni, papà di Mirko, che stava tornando a casa in moto. Muore sul colpo.
Una duplice ferita che non potrà mai rimarginarsi e che i loro amici vogliono ricordare con la prima edizione del “Torneo dell’amicizia”, in programma domani, sabato 7 giugno alle ore 17.30, al campo sportivo US Barona di via San Paolino 222, vicino all’ospedale San Paolo. Una partita tra amici, con l’unico scopo di raccogliere fondi da destinare a un ospedale in Africa per aiutare i bambini vittime della meningite fulminante. Se ne occuperà don Franco, parroco della chiesa di Sant’Ambrogio, nel centro storico di Trezzano sul Naviglio.
“Don Franco è il nostro padre spirituale – dice Gabriella, mamma di Andrea – perché ci è stato vicino nei momenti di gioia, battezzando i miei nipoti e sposando un altro mio figlio, e nei momenti di grande dolore dopo la scomparsa dei miei amati figlio e nipote. Ai fondi che raccoglieremo durante la partita aggiungeremo quanto l’assicurazione ci verserà in seguito all’incidente di Andrea, sempre con l’obiettivo di sostenere la costruzione di un ospedale o di un reparto in Africa per aiutare i bambini colpiti da meningite”.
La partita di domani non sarà un vero e proprio torneo, ma una partita per ricordare un’amicizia profonda, una passione, quella per il calcio, che ha portato fratelli e amici a lasciare sulla tomba di Andrea un pallone. Lo stesso che utilizzavano in tante partite giocate proprio al campo di calcio della Barona ogni domenica mattina.
Un’occasione per ricordare una terribile malattia, la meningite fulminante, che non ha lasciato scampo al piccolo Mirko, poche ore prima pimpante e affamato su una spiaggia di Jesolo assieme alla mamma e poi in un letto di ospedale con la febbre a quaranta e nessuna speranza di sopravvivere.
“Domani anche lui, assieme al papà – dicono i fratelli e gli amici di Andrea – sarà presente in campo per dare coraggio alla nonna Gabriella e a tutti gli amici che hanno voluto loro bene”.
Chiunque potrà dare il suo contributo partecipando domani al “Primo torneo dell’amicizia” e facendo un’offerta libera nell’urna che, dopo la partita, verrà prelevata da don Franco per aiutare i piccoli dell’Africa.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img