8.5 C
Milano
domenica, Febbraio 5, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Al via il progetto di riqualificazione dell’Ostello della Gioventu’, esempio di bioedilizia e ecosostenibilita

Milano, 8 luglio – “L’intervento di riqualificazione dell’Ostello – ha dichiarato il Sindaco Letizia Moratti – rappresenta un primo passo verso la creazione a Milano di un’offerta di strutture alberghiere realizzate secondo i più moderni criteri dell’architettura ecosostenibile e appositamente studiate per ospitare giovani studenti e famiglie”.

Queste le parole del Sindaco Moratti intervenuto oggi con l’Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Massimiliano Orsetti alla presentazione del progetto per la riqualificazione del servizio di gestione dell’Ostello della Gioventù “ Piero Rotta”. L’ostello sarà la prima struttura a impatto zero, riqualificato secondo i criteri di bioedilizia e ecosostenibilità, un concreto esempio dell’offerta alberghiera milanese dedicata ai giovani in vista di Expo 2015.

"Il nostro obiettivo – ha proseguito il Sindaco – è portare il numero dei posti letto da 500mila a 600mila, di cui 70mila in città con una particolare attenzione al turismo low cost, che non significa turismo povero, ma attento a economizzare senza rinunciare alla qualità del servizi offerti”.

“Il futuro di Milano passa sempre di più attraverso la capacità della città di porsi in maniera propositiva nei confronti dei giovani turisti e degli studenti quale meta del turismo d’arte e di svago” – ha commentato l’Assessore Orsatti. “In quest’ottica – continua l’Assessore – Milano deve saper offrire le migliori condizioni possibili a chi, sia giovane studente, turista o semplice passante, abbia scelto Milano quale meta del suo viaggio di crescita culturale e intellettuale”. “Con questo intervento – ha concluso Orsatti – avremo una riduzione dei posti letto a fronte di una migliore qualità del servizio offerto. Come Amministrazione stiamo già pensando alla progettazione di un secondo Ostello della Gioventù che possa essere una reale risposta alle esigenze di un target come quello rappresentato dai giovani under 30, oggi poco incentivato a raggiungere la nostra città a causa della carenza di strutture low cost.”

L’Ostello con i suoi 72.102 ospiti nel 2007, rappresenta circa il 60% di tutte le presenze registrate dalle sette strutture presenti sul territorio lombardo, importante riferimento per i tanti turisti e giovani studenti che quotidianamente giungono nella nostra città. Di questi il 58% ha un età compresa tra i 18 e 25 anni, il 58,96% proviene da paesi UE mentre il 21,4% dal continente Americano e solo il 15,5% dal resto dell’Italia. La permanenza media è di 2 giorni.

La riqualificazione avverrà per lotti permettendo così di non interrompere la normale attività di ospitality. L’avvio dei lavori è previsto per il mese di dicembre 2008 per concludersi nel maggio 2009.

Il progetto porterà a una riduzione dei posti letto, che passeranno dagli attuali 388 a 260, per consentire la realizzazione di nuove e più ampie stanze, arredate in modo semplice e funzionale, dotate di letti singoli o a castello oltre che di bagni e servizi privati, nel rispetto delle vigenti norme sulla privacy e la sicurezza. Garantendo inoltre l’accessibilità e la fruizione di tutta la struttura anche alle persone diversamente abili per le quali verranno realizzate apposite stanze. Tutte le camere saranno provviste di chiave d’accesso elettronica mentre l’intero l’edificio sarà predisposto di tecnologia Wi-Fi. Grande attenzione è stata posta alla valorizzazione degli spazi comuni come hall, sala da pranzo e bar che permetteranno di facilitare il confronto e di migliorare la socializzazione tra i ragazzi di nazionalità e culture differenti.

Caratteristica fondamentale dell‘intera azione di ristrutturazione è il perseguimento della certificazione ambientale “Green Key” della FEE (Foundation for Environmental Education) che garantisce l’assoluto rispetto dei criteri di ecosostenibilità e di tutela dell’ambiente da parte della struttura, in un processo che coinvolgerà lo staff, gli ospiti e anche i fornitori, che contemplerà l’installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica e acqua calda in modo ecologico.

Attualmente è in fase di studio, da parte degli esperti del Politecnico di Milano, anche la realizzazione di un impianto di raffreddamento estivo a pompa di calore a basso impatto ambientale che sfrutterà la naturale falda acquifera milanese.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img