2.8 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Array

Circuito Lirico Lombardo, dal 3 ottobre la nuova stagione

Milano, 06 ottobre 2008 – Cinque appuntamenti con l’opera lirica (per un totale di sei opere, di cui quattro nuove produzioni), che circoleranno in cinque teatri storici lombardi: è la Stagione 2008-2009 del Circuito Lirico Lombardo, promossa dalla Regione Lombardia, in collaborazione con i Teatri di Tradizione, con l’Associazione Lirico Concertistica Italiana (AsLiCo), con la Fondazione "I Pomeriggi Musicali", con la Fondazione "Teatro alla Scala" e il sostegno finanziario della Fondazione Cariplo. Il Circuito prende il via venerdì 3 ottobre nei Teatri di Tradizione della Lombardia: Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Grande di Brescia, Teatro Sociale di Como, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Fraschini di Pavia.

"E’ con vivo piacere che presento la nuova stagione di questa iniziativa di grande successo – ha dichiarato l’assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie, Massimo Zanello – che rappresenta certamente uno tra i più significativi eventi culturali della Lombardia per la diffusione del patrimonio musicale e operistico. Grazie a questa formula innovativa ma ormai sperimentata, e al costante impegno della Regione, anche quest’anno i lombardi potranno assistere ad allestimenti operistici di alta qualità a prezzi contenuti".

Nel quadro dell’ampia produzione del Circuito Lirico Lombardo, la nuova stagione – in occasione del 150° anniversario della nascita del grande Giacomo Puccini – apre il 3 ottobre a Como con la "Turandot" (regia di Hiroki Ihara) per proseguire con il dittico formato da "La Medium" di Gian Carlo Menotti e il "Gianni Schicchi" di Giacomo Puccini, quindi il "Don Pasquale" di Gaetano Donizetti, il "Falstaff" di Giuseppe Verdi (diretto da Antonello Manacorda) e infine la "Carmen" di Georges Bizet. "Desidero complimentarmi con tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa nuova stagione artistica – ha concluso Zanello – che condivide e interpreta i principi promossi dall’azione regionale in materia: la cultura come prezioso strumento di crescita sociale, in linea con i valori che da sempre contraddistinguono i cittadini lombardi".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img