13.2 C
Milano
mercoledì, Settembre 28, 2022

Proverbio: A settembre pioggia e luna, è dei funghi la fortuna

Array

Finanze pubbliche. Il Sindaco di Corsico: "Tremonti, la coperta non è corta, abbiamo un pleid!"

Corsico (29 settembre 2009) – "Rispettare le rigide prescrizioni del patto di stabilità vuol dire rinunciare allo sviluppo. Occorre uno sbocco": ieri sera, nel corso dell’approvazione della variazione di bilancio e della ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi, il sindaco Sergio Graffeo ha lanciato un allarme, rivolgendosi al ministro Giulio Tremonti.
"Abbiamo iniziato e proseguiremo – dice il sindaco – nel contenimento della spesa, ma non basta. Fondamentale sarebbe che almeno venisse consentito l’utilizzo degli avanzi di amministrazione. Perché laddove le risorse ci sono non si permette di utilizzarle".
Tanto è vero che nella variazione approvata ieri sera si registrano minori spese per circa 298mila euro, ma una crescita per servizi assistenziali (oltre 250mila euro).

Il primo cittadino ha anche spiegato l’enorme differenza, rispetto al passato, nel sistema di tassazione locale, diventato sempre meno federalista. "Per esempio – ha detto Sergio Graffeo – la tassa rifiuti è stata obbligatoriamente trasformata in tariffa e, quindi, tutto ciò che entra deve essere anche speso. Ma anche la decisione scellerata di tagliare l’Ici sulla prima casa, indipendentemente dal reddito delle famiglie, ha comportato – precisa Graffeo – una minore entrata per 1 milione e mezzo di euro. Non è più un problema di coperta troppo corta, che si può tirare da una parte o dall’altra, ma abbiamo a disposizione solo un piccolo pleid. Ci sono sempre più cittadini che hanno difficoltà a pagare i servizi a domanda individuale. Rilancio quindi un tema: ai Comuni – conclude il sindaco – sia data la possibilità di usare le proprie risorse".

Sulla base del documento di ricognizione, secondo quanto precisato dall’assessore alle Finanze Francesco Magisano, è emerso che fino ad ora il Comune ha speso tra l’83% e il 96% di quanto inserito nel Bilancio di previsione. Segno che gli uffici comunali hanno fatto una corretta programmazione rispetto ai progetti da finanziare e promuovere nel corso dell’anno.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -