8.4 C
Milano
lunedì, Dicembre 5, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Array

Situazione degli alloggi allo Sporting Mirasole a Noverasco di Opera

Opera, 13 ottobre 2009 – Procede la dismissione degli alloggi ex Enpam allo Sporting Mirasole di Noverasco. Dopo l’avvio delle vendite degli alloggi liberi si è conclusa la prima parte di prelazione per gli inquilini che vogliono avvalersi del diritto di precedenza in riferimento all’acquisto dell’alloggio dove risiedono.
Non sono molti gli acquirenti accorsi per gli appartamenti vuoti, forse a causa di un mercato immobiliare stagnante, mentre sembra che un quarto degli inquilini residenti abbia già formalizzato una proposta d’acquisto nel rispetto della normativa che prevede in caso di dismissione la prelazione per chi occupa l’immobile.
La frazione di Opera conta circa 1700 abitanti, quasi tutti nel quartiere dello Sporting Mirasole, e l’Enpam, ex proprietaria degli immobili, ha ceduto da poco alla Società Zero Sgr la proprietà di tutto il complesso residenziale.
La vendita degli alloggi ha avuto inizio nonostante penda un ricorso alle vie legali da parte di un Comitato Inquilini che conta di bloccare tutta l’operazione di dismissione per presunte irregolarità nella precedente vendita in blocco dall’Enpam, un Ente di diritto pubblico, alla Zero Sgr, un fondo di gestione risparmio, sottostando a leggi del diritto privato anziché pubblico.
L’Amministrazione Comunale insediatasi lo scorso anno alla fine del mese di aprile, ed in prima persona il Sindaco Ettore Fusco, ha più volte cercato delle soluzioni condivise e vantaggiose, per i cittadini operesi residenti allo Sporting Mirasole, giungendo ad ottenere quelle garanzie in parte previste dalle leggi e consistenti nel rispetto delle norme che consentono agli inquilini di avvalersi del diritto di prelazione per l’acquisto della casa in cui vivono ad un prezzo stabilito e comprensivo dei costi per la ristrutturazione esterna degli edifici e per la sostituzione della centrale termica.
Per le fasce deboli, una cinquantina di casi tra anziani, disabili e redditi bassi, stimate attraverso verifiche incrociate dei servizi sociali del Comune di Opera con i dati della proprietà, è prevista la possibilità di stipulare un nuovo contratto d’affitto di tre anni più due.
“Dopo anni di assenza della vecchia Amministrazione Comunale che doveva farsi portavoce delle esigenze degli inquilini – commenta l’attuale Sindaco Ettore Fusco – si è giunti alla vendita in blocco poiché non si sono potuti dismettere gli stabili direttamente ai residenti. Purtroppo la nostra Amministrazione si è insediata pochi giorni prima che l’intermediario dell’epoca mettesse in vendita gli alloggi – prosegue il primo cittadino – e pur chiedendo una proroga per valutare altre soluzioni, oppure spiegare bene agli inquilini l’operazione, questa non è stata concessa.
Nella campagna elettorale dell’aprile 2008 – ricorda Fusco – abbiamo proposto un intervento del Comune attraverso l’emissione di BOC, i buoni ordinari comunali, al fine di acquisire il numero di appartamenti necessari a raggiungere il minimo richiesto dal venditore per formalizzare la dismissione. Purtroppo però, forse proprio per impedire un nostro intervento, appena eletti siamo stati freddati dalla fretta della proprietà di chiudere con la dismissione e procedere con la vendita in blocco.
Ovviamente non era possibile per il Comune acquistare cento appartamenti in due settimane – conclude il Sindaco di Opera – per la ragione che il bilancio non prevedeva una simile somma disponibile nell’immediato e, tantomeno, era impossibile emettere dei Buoni Comunali in così poco tempo senza prima effettuare le necessarie verifiche finanziarie e mettere in atto le procedure necessarie”.
Così oggi lo Sporting è in vendita a prezzi che variano, per gli alloggi occupati con diritto di prelazione, dai 1600 euro al metro quadro con le spese di ristrutturazione esterna incluse, fino ai 2000 euro per quelli vuoti. “Un vero affare” garantisce la proprietà, ma gli inquilini non sono d’accordo ed il Sindaco conferma il suo sostegno alle famiglie operesi e mantiene i rapporti con il privato al fine di monitorare la situazione e verificare che siano rispettate tutte le procedure e la Legge.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,571FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -