16 C
Milano
mercoledì, Settembre 28, 2022

Proverbio: A settembre pioggia e luna, è dei funghi la fortuna

Array

Navigare i navigli alla scoperta della Lombardia affascina sempre di più

(mi-loretenggio.com) Albairate, 14 ottobre 2009) – Una crescita di presenze esponenziale, che conferma la bontà del progetto e che scaccia anche le ultime resistenze rispetto alla validità della proposta turistica legata alla navigazione del Naviglio Grande.
I naviganti lungo la linea 3 delle Delizie aumentano di anno in anno.
Sono i numeri a decretare il successo di quest’iniziativa, passata in tre anni dai 2.184 del 2007 ai 3.417 del 2008, sino a toccare quota 5.243 nel 2009 (numero che sale sino a 5.727 considerando chi ha acquistato il pacchetto turistico proposto dal Consorzio dei Comuni dei Navigli senza navigare).
Tutto questo senza dimenticare che la stagione, da poco conclusasi, ha dovuto fare i conti con due problematiche per nulla secondarie.
Da un lato, la chiusura anticipata forzatamente di due settimane a settembre – quest’anno i giorni disponibili per la navigazione sono stati 105 a fronte dei 120 del 2008 – che ha messo il Consorzio dei Comuni dei Navigli nelle condizioni di non poter accogliere alcuni gruppi di naviganti che si erano già prenotati; dall’altro lato, le condizioni di navigazione più che “approssimative” di giugno e luglio, dove per almeno quaranta giorni si è stati costretti a navigare con l’acqua alta, che ha portato ad annullare alcune uscite.

“Ebbene, malgrado queste difficoltà strutturali tutt’altro che trascurabili – afferma soddisfatto il Presidente del Consorzio dei Comuni dei Navigli Lucio Ferrè – abbiamo avuto una risposta di pubblico davvero confortante.
Segno che la navigazione può realmente far ruotare attorno a sé un indotto che comincia ad essere interessante per il turismo e, più in generale, per l’economia della zona”.
A confermarlo, ancora una volta, sono i numeri. In considerazione del fatto che complessivamente i pacchetti turistici proposti dal Consorzio hanno generato incassi superiori ai 143 mila euro (di cui 43.000 euro per la sola navigazione)
“A questo punto – aggiunge Tiziano Binfarè, responsabile del settore Turismo del Consorzio – possiamo davvero dire che la fase di sperimentazione della navigazione deve essere considerata ultimata.
Ormai, la navigazione è una realtà attorno alla quale costruire un proposta turistica sempre più organica e articolata”.
Che, evidentemente, parte dal rapporto ormai più che consolidato di collaborazione con Navigli Lombardi Scarl. Ma che, naturalmente, deve aprirsi anche verso nuovi scenari.
“Uno di questi – spiega ancora il Presidente Ferrè – è dato sicuramente dal forte impulso all’Accordo di partenariato che abbiamo sottoscritto nel luglio del 2008 con Assolombarda. Siamo convinti, infatti, che questa sinergia potrà essere sempre più proficua e soprattutto ci consentirà di colmare in tempi brevi il gap della recettività del nostro territorio.
Dobbiamo passare da un turismo ‘mordi e fuggi’ ad una proposta che consenta a chi viene a visitare le bellezze del nostro territorio di poter rimanere anche per più di una notte”.
Accanto all’impegno messo in campo dal Consorzio, e più in generale dai Comuni del ‘Sistema Navigli’, il Presidente Ferrè chiede una maggiore chiarezza di prospettive da parte delle Istituzioni superiori.
“Alla base di tutto – conclude il Presidente – per la piena riuscita di questo progetto è necessaria una strategia solida e condivisa.
In questa ottica, occorre una maggiore armonizzazione ed un effettivo coordinamento tra i vari soggetti delegati a fare turismo sul territorio ai diversi livelli istituzionali.
Sarebbe un vero peccato, infatti, non poter sfruttare appieno le tante potenzialità, ancora inespresse, che quest’angolo di Lombardia incastonato tra il ‘Sistema Navigli’ e il Parco del Ticino può mettere in campo sul fronte del turismo e del marketing territoriale”.

Soddisfatto anche Emanuele Errico di Navigli Lombardi.  “Dopo il successo di affluenza del 2008, che si concluse con un raddoppio delle presenze turistiche sulla ‘Linea delle Delizie’ ed con un complessivo aumento del 30% sulle tre linee – afferma Errico – quest’anno, nonostante la forte crisi economica, la navigazione del Naviglio Grande ha confermato un trend di crescita pari al 18%, passando da 18.500 a 21.865 turisti, 5.700 dei quali hanno scelto, tra aprile e settembre, questa stupenda tratta. Oltre alle fondamentali partnership con i due Consorzi, quello dei ‘Comuni dei Navigli’ ed il ‘Navigare Adda’, che per il terzo anno ci hanno permesso di fornire un servizio pubblico completamente ripagato dagli introiti da biglietteria, mi preme sottolineare che soprattutto grazie alla collaborazione con gli operatori privati (ristoratori, guide, associazioni, cittadini, ecc.) si è riusciti a generare delle prime forme di “reddito per servizi turistici” sotto l’insegna della valorizzazione del territorio. Due sono inoltre le novità che hanno caratterizzato la nostra attività per il 2009 –continua Errico- ovvero: l’inaugurazione di una linea di navigazione sul Naviglio Martesana, denominata linea dell’Ecomuseo e molto apprezzata dai turisti locali, unita alla sperimentazione una nuova linea di navigazione dal Lago Maggiore, tra Sesto Calende e Porto Torre, nel tratto di Ticino che attraversa la Conca della Miorina, ovvero la prima conca di navigazione completamente automatizzata in Italia, il cui recupero è stato ultimato da Regione Lombardia lo scorso luglio. Entro il 2010, tale conca di navigazione sarà quindi attraversabile anche da imbarcazioni private dotate di una semplice carta magnetica”.

Vittorio Aggio

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -