15.8 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Lino Veneroni si racconta al Rotary Club Cairoli

(mi-lorenteggio.com)  Pavia, 24 novembre 2011 – Sembrava di vederli, i personaggi, i luoghi evocati da Lino Veneroni, scrittore per passione, autorevole firma attuale de “Il Punto”, dopo molti anni di esperienza presso alcuni importanti quotidiani nazionali. La sua casa editrice principale è la Eumeswil di Broni, con distribuzione nazionale, ma il suo libro più recente, Buonaterra. Storiaccia di risaia è uscito per i tipi della Goliardica Pavese, dato che contiene una storia ambientata fra le risaie del territorio di Pavia, che ha il primato nel mondo per la coltivazione del riso. Come sempre, Lino Veneroni si ispira a fatti realmente accaduti, a personaggi realmente vissuti. Ma, dichiara lui stesso, <<gli piace romanzare>>, quindi sulle vicende originarie può prevalere la sua immaginazione, oppure le due componenti, realtà e fantasia, raggiungono un felice equilibrio. Quel che conta è che l’autore senta la storia: solo così potrà trasmettere a noi lettori la sua emozione, la sua partecipazione, perché è affascinato dalla vita in tutti i suoi aspetti, le sue sorprese continue, le sue scoperte commoventi, ed è soddisfatto di poterle trasporre sulle sue pagine. Così, accanto alle avventure di Gabriele, risicultore lomellino tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta, che fa un viaggio in Thailandia e ne torna trasformato, imparando dai <<piedi neri>>, risicultori all’avanguardia, nuove tecniche di coltivazione, c’è anche quella di Mariano Dallapè, una figura di musicista che ha affascinato Lino Veneroni al punto da ispirargli un romanzo, da cui prossimamente sarà tratto un film: Il suono di un’idea. La postfazione di Paolo Conte e l’adozione del libro in molte scuole confermano l’interesse che può suscitare la vita di questo ragazzo emigrato dal Trentino a Genova a metà Ottocento, vittima di un grave incidente sul lavoro per cui quasi perde una gamba, eppure capace di reagire alle avversità grazie alla musica, fino a diventare l’inventore della fisarmonica moderna, dando vita alla famosa fabbrica di fisarmoniche di Stradella, dove si era trasferito. Ma c’è sempre una storia vera, toccante, anche al centro dei libri precedenti di Veneroni, come ne Il prete nel letto e Il giullare dell’Oltrepo, in grado di riportare in vita antiche tradizioni contadine e affascinare i lettori di oggi.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -