18 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Ad Opera si parla di prevenzione e sicurezza in agricoltura

Milano, 8 Febbraio 2012 – Con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 81 del 09 aprile 2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, vi sono stati dei significativi cambiamenti. Le micro-aziende o le aziende a conduzione familiare, che con la normativa precedente erano esentati, ora devono adeguarsi, seppur con dei sistemi semplificati, alle norme sulla sicurezza. Molte aziende agricole infatti non sono state informate o lo sono state in maniera insufficiente.

Ecco perché la Provincia di Milano e il Centro Formazione UOFAA organizzano il convegno dal titolo “Il lavoro in agricoltura: prevenzione e sicurezza” che si terrà domani, giovedì 9 febbraio 2012, ore 14.30, a Noverasco di Opera (MI), presso l’ Aula magna I.T.Ag. “I. Calvino” (Via C. Marx, 5).

Al convegno, che vedrà il saluto istituzionale di Marina Lazzati (Assessore provinciale all’istruzione) e di Luca Agnelli (Assessore provinciale all’agricoltura, parchi, caccia e pesca) parteciperanno: Franco Frangi e Marco Canesi (Operatori della prevenzione sanitaria della Regione Lombardia), Franco Alborghetti (Responsabile territoriale UO.PSAL ASL MI2) e Marco Arata (Agronomo).

A tal proposito, l’Assessore Lazzati ha dichiarato: “Una particolare attenzione sul fronte dell’alimentazione va posta nei confronti dei giovani affinchè imparino a seguire un’alimentazione sana e responsabile: sana a beneficio della loro crescita e responsabile a beneficio dell’ambiente promuovendo così filiere di prodotti locali per consumare cibi del proprio territorio. Ecco perché il convegno di Opera a tutela delle micro-aziende e a conduzione familiare.”

Per l’Assessore Luca Agnelli fondamentale è l’opera di sensibilizzazione alla massima sicurezza del lavoro in agricoltura: “Secondo i dati Inail, nel 2010 si sono verificati 50.121 infortuni, mentre nel 2009 se ne erano avuti 52.665. Una flessione ancora più marcata se i dati dell’anno passato vengono raffrontati a quelli del 2001, quando si erano registrati 81.821 infortuni. Un trend al ribasso determinato soprattutto dall’impegno profuso dagli imprenditori agricoli che hanno puntato sulla sicurezza con investimenti sempre più elevati. Tuttavia, la strada da intraprendere per ottimizzare le condizioni di sicurezza in agricoltura è ancora lunga. Tra le priorità, senza dubbio, c’è il perseguimento, in modo incisivo e capillare, della cultura della prevenzione”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -