5.6 C
Milano
lunedì, Novembre 28, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Opera. Il Sindaco Nucera premia Romeo Ferraris

“Il nostro grazie ad un uomo che con la sua professionalità ha contribuito alla crescita sociale ed economica del territorio”

(mi-lorenteggioo.com) Opera, 9 febbraio 2020 – Da oltre 40 anni, Opera ospita la sede della Romeo Ferraris: una delle aziende italiane più famose al mondo nella elaborazione e costruzione di vetture sia stradali che da corsa. Fondata a Milano nel 1965 dall’ingegnere sportivo Romeo Ferraris, si è trasferita in via Lambro negli anni’70. In quel periodo, il destino del capoluogo lombardo era scritto: si stava espandendo per diventare la grande metropoli che è oggi. Così, Romeo Ferraris decise di lasciare la città e scelse come nuova “casa”, il comune di Opera. “Era tutta campagna – spiega il patron dell’azienda di via Lambro – si potevano anche testare le automobili”. Negli anni l’azienda è cresciuta e si è affermata a livello internazionale. Costruttore di vetture ad alte prestazioni come il Cinquone o la Romeo S, officina autorizzata Alfa Romeo e Abarth, service autorizzato Bentley e, ancora, una scuderia impegnata sia nel Campionato Turismo TCR sia nel mondiale Rally: tutto questo è l’azienda figlia dell’impegno e della passione del suo fondatore. “La passione mi è stata tramandata da mio nonno che, già dai primi anni del secolo, era capo officina alla Fiat – spiega Romeo Ferraris – la meccanica e i segreti dei motori li ho appresi da mio padre e poi con tanta, ma tanta gavetta. Grazie all’esperienza acquisita con Angelo Dagrada ho potuto intraprendere la strada dell’indipendenza e sono approdato qui ad Opera”.
È una storia di successi quella di Romeo ma più in generale quella di tutta la sua azienda, una seconda famiglia. Uno dei primi grandi successi, però, glielo ha regalato il mare. Insieme a Stefano Casiraghi, infatti, ha vinto nel 1989 il titolo iridato del mondiale di Offhsore ad Atlantic City. “Dopo la morte di Casiraghi, un vero amico, ho lasciato il mondo dell’offshore – spiega – e mi sono dedicato all’officina e a una passione più rilassante: quella per gli orologi”. I traguardi tagliati sono tanti: 1000 corse vinte in 69 campionati italiani, europei e mondiali. E non è finita. Nel 2014 la Romeo Ferraris ha omologato per la circolazione la sua prima vettura stradale, il “FatFive” nelle sue tre configurazioni 160, 210 e 248 cavalli, una vera Granturismo, aggressiva, esclusiva e personalizzabile nei minimi dettagli, nel rispetto della massima sicurezza e con un assetto e freni adeguati ad una maggiore potenza. Nel 2015 due nuove vetture omologate entrano nella gamma costruzioni Romeo Ferraris: Romeo e Romeo S, vetture dotate di classe ed alte prestazioni. C’è poi Baronio, la vettura dedicata al socio che, Aldo Cerruti che proprio negli anni ‘70 correva con lo pseudonimo di Baronio. Proprio Cerruti e Mario Ferraris, figlio del fondatore, vinsero nel 2009 il titolo GT Cup al volante della Ferrari F430. Nuovo progetto 2015 di Romeo Ferraris è la creazione dell’auto da Corsa Giulietta per il campionato Internazionale TCR. Un’eccellenza per il territorio che il sindaco Antonino Nucera ha voluto premiare con un riconoscimento cittadino. “Siamo onorati di avere su territorio imprenditori capaci, che con la loro professionalità portano il nome di Opera in giro per il mondo – spiega Nucera – sono anche questi risultati che ci spingono ad andare avanti, a lavorare per offrire a Opera e ai suoi cittadini un futuro ricco di risposte e opportunità”.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -