26.6 C
Milano
giovedì, Luglio 7, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Brigata Lena-Modotti: un anno di impegno solidale e inclusivo a Milano

Ultimo aggiornamento il 13 Marzo 2021 – 12:06

 

(mi-lorenteggio.com) Milano, 13 marzo 2021 – Dall’esperienza di 300 giovani in prima linea da marzo scorso per contrastare l’emergenza sociale aggravata dal Coronavirus è nata l’Associazione Mutuo Soccorso Milano

Risultati marzo 2020 / marzo 2021:

● Consegnati oltre 23.000 pacchi di cibo e beni di prima necessità a famiglie in difficoltà;
● Distribuiti più di 25.000 pasti caldi a senzatetto da Drago Verde in collaborazione con Croce Rossa Comitato Milano;
● Regalati 50 computer e 200 pacchi di libri a minori per la didattica a distanza;
● Consegnati 900 doni solidali a Natale in collaborazione con Scatole di Natale Milano;
● Raccolti 60.000 euro in 7 campagne di crowdfunding

www.mutuosoccorsomilano.it/dona-ora/ per dare un contributo
www.mutuosoccorsomilano.it/home/modulo-contatto/ per diventare volontari

Milano, 13 marzo 2021 – La distribuzione di oltre di 23.000 pacchi contenenti generi alimentari e beni di prima necessità alle famiglie in difficoltà; la consegna a senzatetto di più di 25.000 pasti caldi, preparati dalla Comida Sociale a Cascinet recuperando prodotti alimentari invenduti e distribuiti da Drago Verde in collaborazione con Croce Rossa Comitato Milano; il lancio di 7 campagne di crowdfunding, che hanno raccolto finora circa 60.000 euro, per sostenere le iniziative messe in campo. Questi solo alcuni dei risultati ottenuti, a un anno dalla nascita a Milano, dal lavoro solidale e inclusivo della Brigata Lena-Modotti, un gruppo di 300 volontarie e volontari che sin dai primi momenti della crisi sanitaria hanno deciso spontaneamente di impegnarsi in prima persona per contrastare l’emergenza sociale aggravata dal dilagare della pandemia.

Dall’esperienza della Brigata a giugno 2020 è nata l’Associazione Mutuo Soccorso Milano (www.mutuosoccorsomilano.it/) per partecipare a bandi italiani ed europei e incrementare la rete di collaborazioni con altre associazioni, con l’obiettivo di continuare a presidiare il territorio e raggiungere le situazioni di fragilità sociale e difficoltà economica.

Con l’intento, mese dopo mese, di dare una risposta non solo a necessità di ordine puramente pratico, ma anche a bisogni sociali e a desideri che sottendono esigenze altrettanto profonde, sono nati progetti come quello di sostegno scolastico (Aiuto Compiti) a una decina di bambine e bambini, tre pomeriggi a settimana, in collaborazione con il Bookstore Solidale della Compagnia Itinerante Sarl, o quello che prevede la distribuzione di computer ricondizionati (ad oggi una cinquantina) a famiglie che rischiano di rimanere tagliate fuori, per carenza di supporti tecnologici, dalla didattica a distanza. O, ancora, la collaborazione con il progetto Scatole di Natale a Milano, con la consegna di 900 doni natalizi solidali a persone di tutte le età o la spedizione – la prima partita a dicembre 2020 – di materiale sanitario e sportivo per il progetto internazionale di Gaza Freestyle in Palestina.

Grazie alle collaborazioni con Emergency, Croce Rossa Italiana Comitato di Milano, NaturaSì, Ostello Bello e molti altri, in aggiunta alle donazioni di cittadine e cittadini milanesi, ogni settimana le volontarie e i volontari si occupano di comporre i pacchi solidali, pensandoli in base alle specificità del nucleo familiare che li riceverà (numero di adulti e bambini, età, sesso, etc) e cucinare i pasti per i senzatetto. Il tutto viene poi distribuito in giorni prestabiliti con una cadenza settimanale.

Secondo l’Istat nel Paese 1 milione e 346.000 minori vivono in condizioni di povertà assoluta, ben 209.000 in più rispetto alla rilevazione precedente. Il Coronavirus non ha fatto altro che aggravare l’emergenza economica e sociale che in tutto il Paese è in corso da tempo, anche in città come Milano. È quindi fondamentale il contributo di tutte e tutti per avere un impatto significativo e inclusivo sul territorio, nel progetto comune di una società più giusta, più solidale e più vicina ai bisogni della popolazione.

Associazione Mutuo Soccorso Milano
L’Associazione Mutuo Soccorso Milano nasce a giugno 2020 dall’esperienza della Brigata Lena-Modotti, un gruppo di oltre 300 volontarie e volontari che sin dai primi momenti della crisi sanitaria a marzo hanno deciso spontaneamente di mettersi insieme e impegnarsi per contrastare l’emergenza sociale aggravata dal Coronavirus. Ispirata a due partigiane, Lena D’Ambrosio e Tina Modotti, in prima linea per un mondo migliore, più giusto e libero, la Brigata di solidarietà si occupa di rispondere ad alcune delle esigenze più pressanti che il lockdown ha fatto insorgere e di aiutare le persone più fragili: dalla spesa per anziani o ammalati che non possono uscire di casa, alla colletta alimentare nei condomini e di fronte ai supermercati, alla distribuzione di pacchi con beni di prima necessità per chi non può permettersi di pagare la spesa e mascherine, alla consegna di kit igienico-sanitari e pasti caldi ai senzatetto. La Brigata Lena-Modotti collabora con numerose organizzazioni e aziende come la Croce Rossa Italiana – Comitato di Milano, Emergency, NaturaSì, il ristorante Rob de Matt, Cascinet, Ostello Bello, Rugby Milano e molti altri per amplificare l’impatto nei quartieri della città e raggiungere in modo capillare il maggior numero possibile di persone in condizioni di disagio. Oggi l’associazione opera prevalentemente nella Zona 2 e nella Zona 3 della città per la consegna dei pacchi con beni di prima necessità e nei quartieri di Lambrate, San Babila, Centrale e Martesana per l’assistenza ai senzatetto; ha inoltre avviato un progetto internazionale in Palestina, il Gaza Freestyle.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,609FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -