4.2 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

La gestione di Luis Abinader porta la Repubblica Dominicana a diventare una potenza mondiale

di Manuel Domínguez Moreno (ACIP)

Santo Domingo, 9 agosto 2022 – Il mese di luglio 2022 ha stabilito un nuovo record di arrivi turistici nella Repubblica Dominicana, un dato che avvalora il lavoro di Luis Abinader e le misure attuate per rafforzare e modernizzare un settore chiave per l’economia e per il popolo dominicano.

La crisi energetica che il mondo sta vivendo sta avendo un forte impatto sulle diverse potenze turistiche. Il congelamento o la svalutazione dei salari a livello globale, l’instabilità e la precarietà del lavoro che si sta affermando nelle principali potenze economiche, l’incertezza delle famiglie e gli effetti dell’inflazione causata dall’avidità delle imprese e dalle grandi fortune che guidano la classifica di Forbes stanno incidendo sulla capacità economica delle famiglie di tutto il mondo. Di conseguenza, le famiglie si sono trovate ad affrontare un’estate in cui le spese per le vacanze devono essere ridotte o eliminate per poter sopravvivere.

La Spagna, una delle potenze turistiche mondiali, ha reso noti i dati sulla disoccupazione di luglio e per la prima volta da decenni ha distrutto posti di lavoro nel settore dei servizi. Tradizionalmente, questo è un periodo di assunzioni per coprire l’arrivo di turisti nazionali e stranieri. Tuttavia, l’aumento dei prezzi e l’arrivo di un minor numero di visitatori hanno fatto sì che il settore alberghiero e dell’ospitalità non abbia creato l’occupazione prevista.

Nella Repubblica Dominicana la situazione è diversa. L’amministrazione di Luis Abinader ha fatto sì che nel mese di luglio il numero di turisti abbia superato le cifre storiche e abbia raggiunto i 734.000 arrivi nel Paese per via aerea, a cui vanno aggiunti i quasi 100.000 sulle navi da crociera. In totale, finora nel 2022 la Repubblica Dominicana ha ricevuto 4,18 milioni di turisti e si prevede che supererà i 7 milioni entro il 31 dicembre.

Questi dati dimostrano l’efficacia della gestione di Luis Abinader in un settore chiave per l’economia dominicana, una gestione che ha posto il Paese come una delle potenze mondiali del turismo, come è stato riconosciuto a livello internazionale.

Non appena Abinader è salito al potere, ha attuato una serie di misure per la ripresa di questo settore con la vaccinazione di tutti i lavoratori per offrire ai visitatori un ambiente “Free Covid“, che è stato la chiave per la ripresa del turismo.

D’altra parte, gli sforzi personali del presidente dominicano, con la firma di accordi per l’apertura di nuove rotte aeree dirette da Paesi i cui cittadini non hanno scelto il Paese caraibico come meta di vacanza o per aumentare l’offerta per quei Paesi che tradizionalmente ricevevano turisti, stanno avendo effetto. La gestione di Abinader ha portato a un aumento del numero di turisti e, quindi, della valuta straniera che rimane nel Paese e alla conseguente creazione di posti di lavoro.

Tuttavia, Abinader non è solo nella sua azione interna e sa che il clima, le spiagge e l’ambiente naturale della Repubblica Dominicana, che attraggono il turismo internazionale, non sono sufficienti. Il Paese non può riposare sugli allori. Ci sono già stati chiari esempi di luoghi paradisiaci che sono morti di successo e Abinader non è disposto a farlo.

Per questo motivo, ha anche avviato una strategia di educazione del pubblico affinché, oltre a ciò che la Repubblica Dominicana ha già da offrire, i turisti tornino nel loro Paese con l’idea di tornare perché hanno visto un modello turistico basato sul valore aggiunto e sulla qualità.

Ad esempio, il Ministero del Turismo ha recentemente formato più di 90 attori che offrono i loro servizi nel settore del turismo e delle crociere, con l’obiettivo di raggiungere l’eccellenza nei prodotti che offrono ai crocieristi nei loro tour e visite. In questo modo, il governo di Abinader intende offrire ai turisti esperienze autentiche e servizi di qualità.

Su un altro fronte, la strategia di Abinader porterà anche investimenti molto potenti. In particolare, il 19 giugno, durante la riunione del Consiglio di Amministrazione della Banca di Sviluppo dell’America Latina, i dirigenti della banca hanno mostrato particolare interesse per il progetto di sviluppo turistico di Pedernales.

Di fronte a queste cifre mai viste nella storia della Repubblica Dominicana, di cui il nuovo stile di governo di Luis Abinader è l’unico responsabile, non c’è spazio per populismi o manipolazioni.

Manuel Domínguez Moreno (ACIP)

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img