17.7 C
Milano
lunedì, Maggio 27, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

25 Aprile, a Buccinasco consegnate le benemerenze Castellum 2024

In occasione della Festa della Liberazione, il sindaco ha consegnato le benemerenze civiche al Comitato Orti Alpini (Antono D’Uonno, Antonio Di Muzio, Donatella Panico, Michele Larocca, Michele Longordo e Lucio Soriano), all’Opera Carmelo Caporale (Ines Caporale e Orsola Mescia), a Vanna Muzzio, Rinaldo Bedon ed Enrico Franchina

(mi-lorenteggio.com) Buccinasco (25 aprile 2024) – Come ogni anno, in occasione della Festa della Liberazione, l’Amministrazione comunale consegna il Premio Castellum, la
benemerenza civica a cittadine e cittadini che si siano distinti per il loro meriti.

I premiati del 2024

Antono D’Uonno, Antonio Di Muzio, Donatella Panico, Michele Larocca, Michele
Longordo e Lucio Soriano

per il loro impegno quotidiano e costante nel Comitato Orti Alpini che rende gli orti urbani un’eccellenza del territorio e favorisce il rapporto tra ortisti, Amministrazione comunale e cittadinanza.
La loro dedizione al territorio si esprime anche nella capacità di fare rete con scuole e
associazioni, in particolare con le realtà che si occupano di persone con disabilità e con
enti come la Caritas. Il Comitato Orti Alpini, infatti, si prende cura dell’Orto Solidale che
consente al Centro di Ascolto “Casa Nazareth” di Caritas di distribuire settimanalmente
verdura fresca alle famiglie in difficoltà del territorio. Con l’associazione Auser
AttivaMente invece organizza spesso momenti conviviali e di socialità.
Grande è da sempre anche la disponibilità verso gli studenti delle scuole di Buccinasco
che hanno la possibilità di occuparsi degli orti scolastici proprio grazie al Comitato Orti
Alpini che li supporta e li guida, ospitandoli anche presso la propria sede.

Ines Caporale e Orsola Mescia
per il loro impegno volontario con l’Associazione Carmelo Caporale che opera sul
territorio di Buccinasco da ormai 30 anni e organizza attività di compagnia agli anziani
del territorio che incontrano ogni venerdì pomeriggio proponendo loro tante iniziative
diverse, canti, testimonianze, mostre d’arte, tombolate. E creando così occasioni di
condivisione e amicizia con una non comune capacità di amicizia e sostegno alle
fragilità e alla malattia e con spirito di servizio e grande umanità.
Insieme agli altri volontari dell’associazione, inoltre, Ines e Orsola si recano anche a
casa dei “cari nonni” che non possono partecipare agli incontri del venerdì perché
troppo anziani o molto malati, visitando anche ammalati gravi e terminali.
Rappresentano un esempio di profonda umanità e gratuità, offrendo la propria
compagna con discrezione e sincera accoglienza.

Giovanna Muzzio
da sempre attiva e impegnata per la comunità di Gudo Gambaredo a cui appartiene
con la sua famiglia, titolare di un’azienda agricola. Testimone ed esempio del valore
dell’appartenenza, negli anni si è impegnata per il borgo tenendo alta l’attenzione sulle
condizioni socio-economiche e ambientali del luogo e animando eventi di autentica
socialità e condivisione con mostre negli spazi dell’oratorio, momenti di partecipazione
popolare alla vita religiosa locale fino all’attenzione alle richieste degli anziani del
borgo, per non trascurare le iniziative per il restauro della chiesa di San Giovanni
Battista e di alcuni affreschi. L’iniziativa più nota e strettamente legata a lei è il
“Presepe Vivente” che da decenni si svolge per i luoghi e le strade della frazione e
riprende la tradizione delle sacre rappresentazioni medievali, coinvolgendo tanti
ragazzi e adulti e richiamando ogni anno migliaia di fedeli anche da lontano.

Rinaldo Bedon
panettiere fin dall’età di 13 anni, a Buccinasco dal 1981, una vita segnata dalla
passione per il suo mestiere, esempio non comune di dedizione e spirito di sacrificio
che gli ha permesso di accrescere sempre di più la clientela e ottenere riconoscimenti.
Lo scorso anno ha infatti ottenuto il Premio Impresa e Lavoro promosso dalla Camera
di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi che gli ha conferito medaglia e diploma
per 41 anni di lodevole attività.
Persona instancabile, spinta dalla passione per l’amore verso la vita e il prossimo,
contro lo spreco di cibo e con attenzione ai più fragili, ha ideato l’iniziativa
“rottamazione del pane”, chiedendo ai clienti di portare il pane avanzato (anche secco)
in cambio di uno sconto su quello fresco, destinando il pane raffermo a cascine, canili e
a chi cura gli animali e contando anche sulla generosità dei clienti per adottare ogni
anno un bambino a distanza con gli spiccioli lasciati in un barattolo.

Enrico Franchina
presidente della Polisportiva Buccinasco, impegnato da oltre 30 anni nell’attività
sportiva di Buccinasco, con particolare attenzione al settore giovanile calcistico e
partecipando sempre attivamente e con generosità alle iniziative del Comune, con
attenzione ai bambini in difficoltà e mai sottraendosi all’organizzazione di partite e
incontri a scopo solidale.
In tanti anni, ha promosso e diffuso tra i giovani i valori sani dello sport in particolare
nel settore calcistico.
Interpreta lo sport come veicolo di benessere e orgoglio cittadino guidando le giovani
generazioni a crescere come esemplari cittadini, attraverso la pratica sportiva e i suoi
più autentici valori.
Ufficio stampa Comune di Buccinasco

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -