14 C
Milano
mercoledì, Settembre 28, 2022

Proverbio: A settembre pioggia e luna, è dei funghi la fortuna

Array

Buccinasco? “Una gestione sana”

 Buccinasco (5 aprile 2007) – “Bisogna mettere in luce che la gestione dell’ente dal punto di vista finanziario non presenta problemi e può, senz’altro, definirsi sana. Infatti, al mancato rispetto del piano di stabilità interno nel 2003 è seguito un rispetto del patto negli esercizi successivi (2004, 2005 ed anche 2006) nel corso dei quali l’ente ha ridotto il suo indebitamento, senza ridurre in modo significativo i servizi forniti ai cittadini”.
Si legge anche questo nella relazione di 106 pagine che la sezione regionale di controllo per la Lombardia della Corte dei conti ha consegnato all’Amministrazione comunale di Buccinasco. “Possiamo ritenere –precisa l’assessore al bilancio, Giambattista Maiorano- questo documento come conclusivo del periodo compreso fra 2003 e 2006”.
Il sindaco, Maurizio Carbonera, va oltre, considerando l’aver avuto un ente terzo che ha effettuato lunghi e meticolosi controlli “una opportunità, in quanto come Comune, forse, non saremmo riusciti a farlo prendendo in considerazione gli aspetti organizzativi, di bilancio, finanziari. Per questo vorrei ringraziare tutti i dipendenti comunali”, con i quali è previsto un incontro specifico.

Premiata anche la comunicazione
“L’amministrazione –scrive nelle considerazioni conclusive la Corte dei conti- ha continuato nella politica di comunicazione istituzionale al fine di fornire notizie ai cittadini in merito al funzionamento dell’ente ed all’organizzazione dei servizi, anche per permettere a ciascuno una più attiva partecipazione alla vita comunale. Particolarmente significativi sono a questo proposito il periodico mensile inviato a tutti i residenti (cioè “Buccinasco informazioni”, ndr), il sito internet del Comune che, oltre a numerose informazioni e notizie utili per i cittadini, consente l’accesso a tutti gli atti amministrativi del Comune, ed il bilancio sociale che, predisposto a partire dall’anno 2004, consente ai residenti di conoscere l’attività svolta dagli amministratori pubblici e le modalità di utilizzo delle risorse collettive”.

La tutela delle fasce deboli
“L’Amministrazione –prosegue il documento- ha posto una particolare cura alla tutela delle fasce più deboli della popolazione, stanziando somme adeguate a fornire una vasta gamma di servizi utilizzati da numerosi utenti”.
“Anche in relazione all’analisi condotta nella precedente relazione e ai rilievi mossi in quella sede, risulta che la gestione finanziaria dell’ente possa essere considerata sana, quella amministrativa sia funzionale alle dimensioni ed alla natura dell’ente e la gestione dei servizi sia adeguata alle necessità della popolazione residente, pur con i limiti imposti dai vincoli della finanza pubblica”.

Redazione + agenzie

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -