25.9 C
Milano
domenica, Maggio 22, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

La solidarietà muove le auto storiche

Ultimo aggiornamento il 6 Ottobre 2008 – 20:38

Corre sulle strade dell’Alto Milanese la solidarietà. Corre sulle auto storiche che domenica 12 ottobre parteciperanno alla prima edizione del Trofeo Barbarossa Classic – memorial Angelo Renato Chiapparini e alla quinta e ultima tappa del Challenge della Solidarietà che ha percorso le strade di mezza Lombardia. Organizzatrice la “Scuderia Storica A. R. Chiapparini”: l’associazione legnanese ha messo in campo una manifestazione che vedrà la partecipazione di una sessantina di equipaggi a bordo di auto storiche, tra le quali esemplari unici, come una Bugatti Brescia del 1922 e una Peugeot del 1930. In sostegno dell’iniziativa anche la Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate che non solamente è tra i principali sponsor, ma scandirà con le proprie filiali disseminate sul territorio le diverse tappe della “gara di navigazione e regolarità”. «La manifestazione è nata grazie alla collaborazione di cinque club che raccolgono gli appassionati di auto storiche tra Varese, Piacenza e Casteggio (in provincia di Pavia), oltre al Rotary Alto Milanese -spiega Orazio Mondo, presidente della scuderia legnanese- Quattro le prove che si sono svolte finora, con quella del 12 ottobre chiudiamo il Challenge che è stato voluto appositamente a fini solidaristici. Quest’anno l’iniziativa è all’insegna della paraplegia: aiuteremo il Club Clay Regazzoni».
La gara partirà dal parcheggio del tribunale di Legnano (via Gilardelli) per arrivare, dopo 108 chilometri e quattro prove speciali, al maniero della contrada La Flora ancora a Legnano (via Novara 46). Il percorso si snoderà lungo corso Italia, via Venegoni, viale Sabotino e approderà nel parcheggio della concessionaria Autocastello per la prima prova speciale a cronometro. Quindi si dirigerà verso San Giorgio su Legnano, Canegrate, quindi le frazioni di Parabiago, Ravello e Villastanza. Ad Ossona la carovana attraverserà il centro cittadino. Passando all’esterno di Furato, frazione di Inveruno, arriverà in piazza Lombardia a Busto Garolfo per proseguire alla volta di Arconate e Buscate dove, in piazza Mercato, è prevista la seconda prova speciale. Ancora: Castano Primo, Turbigo e sosta doverosa a Galliate (in provincia di Novara), città che ha dato i natali ad un grande pilota scomparso tragicamente proprio 60 anni fa: Achille Varzi. Dopo aver toccato, sempre nel novarese, Cameri, Bellinzago e Oleggio, la gara prenderà la direzione di Busto Arsizio per passare da Magnago e Villa Cortese. Nuovamente a San Giorgio, ci sarà la terza prova speciale. Infine l’arrivo al Centro revisioni Alto Milanese per l’ultima prova. La conclusione al maniero della Flora dove ci saranno le premiazioni. «Davanti alle sedi della Bcc di Villa Cortese, Canegrate, Busto Garolfo, Castano Primo e Villa Cortese ci saranno le postazioni per i timbri speciali -continua il presidente Mondo- Del resto la Bcc si è dimostrata attenta alla nostra proposta e disponibile nel sostenerla. Per questo non possiamo che ringraziare i suoi vertici». E commenta il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Lidio Clementi: «Questa manifestazione si muove lungo i binari della passione e della solidarietà: gli stessi che ci hanno guidati nei nostri ormai 111 anni di storia come banca del territorio»,

Il programma della giornata:
– ore 7.30: apertura delle iscrizioni e punzonatura
– ore 9.30: partenza della prima auto. Le altre prenderanno il via a distanza di un minuto l’una dall’altra
– ore 12.30: arrivo previsto della prima auto al maniero della Flora
– ore 13.30: arrivo previsto dell’ultima auto al maniero della Flora
– ore 15.30: premiazione del primo Trofeo Barbarossa Classic; a seguire premiazioni delle cinque prove del Challenge della Solidarietà.

La Scuderia Storica A. R. Chiapparini
Nata nel dicembre del 2003, la Scuderia Storica di Legnano porta il nome di Angelo Renato Chiapparini, un grande pilota legnanese scomparso prematuramente cinque anni fa. Classe 1943, Chiapparini ha vinto sette campionati italiani di classe e uno assoluto alla guida sempre di Alfa Romeo. Preparatore esperto di Giulietta, Giulia GTA e TZ, che con il suo nome sono diventate famose anche Oltreoceano, è stato il fondatore dell’omonima officina di Canegrate. Nel ricordo della sua figura, undici appassionati di motorismo sportivo (automobilismo, motociclismo, aeronautica, motonautica) hanno dato vita all’associazione con l’obiettivo di raccogliere il maggior numero di persone che – senza necessariamente avere in garage un “pezzo” d’epoca a due, tre o quattro ruote – condividono la passione per il motorismo e lo vogliono mantenere non solo vivo, ma proattivo. Ad oggi la scuderia conta oltre 170 associati.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -