30.6 C
Milano
martedì, Maggio 17, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

A OPERA LA POLIZIA LOCALE FERMA LADRO IN FUGA

Ultimo aggiornamento il 11 Luglio 2017 – 13:39

(mi-lorenteggio.com) OPERA, 11 luglio 2017  – Si è conclusa in poche ore la caccia all’uomo messa in atto dalla polizia locale di Opera. Nella zona industriale, accucciato dietro una vettura in sosta, gli agenti sono riusciti a individuare e fermare un 35 enne rumeno poi denunciato per furto. La ricerca di D.M., senza fissa dimora e rivelatosi già noto alla Giustizia, era iniziata poco prima, dopo la segnalazione effettuata al 112 dalla vigilanza privata del supermercato Coop, poiché l’uomo, tra gli scaffali del supermercato aveva racimolato articoli nascondendoli nelle diverse tasche dei pantaloni e sotto la maglietta. Un comportamento che non non era sfuggito agli addetti alla sorveglianza che non lo avevano perso d’occhio fino a fermarlo quando, anziché recarsi alle casse, il trentacinquenne provava a lasciare lo store senza pagare il conto. Una volta fermato dall’antitaccheggio il rumeno è stato invitato a pagare quanto occultato: lo scontrino raggiunge i 235 euro e la merce riempie un intero cestino della spesa. Anziché saldare il conto, invece, l’uomo approfitta di una distrazione degli addetti alla sorveglianza e fugge. I vigilantes lo inseguono ma il ladro ha la meglio e si dilegua. Da qui l’allarme. La segnalazione viene inoltrata ad una pattuglia della Polizia Locale che inizia le ricerche. Gli operatori perlustrano la zona industriale vicina e notano una persona corrispondente alla descrizione del fuggitivo. Il 35enne, alla vista degli agenti, cerca di nascondersi dietro un’automobile in sosta ma viene inseguito, fermato ed accompagnato presso il centro commerciale per il riconoscimento. Dopo avere negato in un primo momento di essere stato l’autore del furto, alla fine confessa e conferma di non voler pagare il conto. “Per lui è scattata solo una denuncia per furto – commenta laconico il Sindaco Ettore Fusco – ma non si è proceduto con l’arresto per via della nuova nozione di flagranza di reato stabilita dalle sezioni unite della Corte di Cassazione che recita che per la quasi flagranza non si può procedere all’arresto sulla base di informazioni della vittima o di terzi fornite nella immediatezza del fatto”. Non è la prima volta che questo avviene, proprio a Opera, dove pochi mesi fa un malintenzionato che aveva organizzato un furto al supermercato della frazione, confessando le sue stesse intenzioni dopo essere stato bloccato a seguito di un inseguimento in auto dalla Polizia Locale allertata da un cittadino, era stato rilasciato poiché non era riuscito a mettere a segno la rapina.

V. A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -