26.3 C
Milano
venerdì, Luglio 12, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Rozzano. Il quartiere Aler diventa una galleria di street art a cielo aperto

Un colorato murale alto oltre 35 metri campeggia sul palazzo Aler di via Dalie. L’autore è l’artista di fama internazionale Mr Wany che insieme ad altri street artist decorerà le facciate di altri edifici del quartiere. L’iniziativa fa parte del più ampio progetto di riqualificazione dei  palazzi Aler gestiti da Ama Rozzano e per i quali sono in corso i lavori di ristrutturazione con il bonus 110%

(mi-lorenteggio.com) Rozzano, 2 ottobre 2023 – L’arte prende letteralmente il sopravvento sulle facciate delle case del quartiere Aler. Una scommessa dell’amministrazione comunale che ha avviato un percorso di rigenerazione dei luoghi attraverso la street art, arte urbana intesa come strumento di bellezza per migliorare gli spazi fisici e sociali, stimolando un maggior senso di appartenenza alla comunità locale. Il progetto è sviluppato in collaborazione con le aziende che si occupano della ristrutturazione con il bonus 110% dei condomini di proprietà Aler affidati in gestione alla società comunale Ama Rozzano.

Il grande disegno eseguito sulla facciata esterna del palazzo di nove piani in via Dalie ai numeri civici 2/4 raffigura Hiroshi Kabuki, un personaggio che ricorda i cartoni animati in stile nipponico e interpreta d volta in volta ruoli diversi. In questo murale abbraccia un fiore di buon auspicio che ricorda l’ibiscus. le gambe del personaggio diventano due tronchi d’albero le cui radici vengono tagliate da un lato e innaffiate dall’altro. Evidente anche il simbolo della pace che Hiroshi Kabuki indossa sulla cintura. Il murale, il cui titolo è “Future was unwritten”, è espressamente dedicatoai giovani di Rozzano. Sono infatti proprio le nuove generazioni ad avere la possibilità di costruire il futuro in termini di sostenibilità ambientale e sociale.

Artista versatile e poliedrico, con una grande esperienza nel campo dell’arte visiva, Mr Wany è stato uno dei pionieri della cultura europea dei graffiti fino a diventare un artista di fama internazionale. Ha esposto le sue opere in ben due diverse edizioni della Biennale di Venezia e ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in città come Los Angeles, Parigi e San Paolo.

“Vogliamo portare un tocco di bellezza e di arte all’interno di un quartiere importante della città – spiega il sindaco Gianni Ferretti – Crediamo che questo possa contribuire a restituire fiducia e ad accrescere la reputazione di un quartiere troppo speso stigmatizzato, segnato da fragilità importanti ma anche da un grande valore umano e sociale. Siamo contenti di aver incontrato in questo nostro progetto la competenza e l’esperienza di artisti Mr Wany. Il nostro obiettivo è di realizzare una vera e propria galleria permanente di street art”.

Il murale è stato eseguito con maestria e in tempi record utilizzando colori spray e a rullo.

In qualità di direttore artistico del progetto, Mr.Wany collabora con diversi artisti a cui è affidata la realizzazione di ulteriori murales nel quartiere Aler. Altri due disegni già approvati dall’amministrazione comunale saranno completati entro il mese di dicembre. La prossima opera rappresenterà un vaso cinese su uno sfondo cubista con evidenti richiami floreali a sottolineare l’analogia con le vie del quartiere. Il titolo dell’opera dell’artista Hunto, è “Kintsugi: le cicatrici d’oro” e richiama l’antica tecnica giapponese dei vasi in ceramica che quando si rompono vengono riparati con l’oro. Un vaso rotto può diventare quindi ancora più bello di quanto già non lo fosse in origine. Il giovane artista italiano che attualmente vive a Londra è conosciuto nel settore della street art per il suo stile ispirato ai lavori di Picasso e Braque.

La terza opera della serie si chiamerà “La teoria del caos” e nasce dall’idea di Vesod Brero i cui murales sono riconosciuti fra i più belli al mondo. Figlio d’arte, il padre è pittore surrealista, Vesod si lascia influenzare dalla matematica, dall’arte rinascimentale e dal futurismo italiano. Il disegno rappresenterà il cosiddetto “’effetto farfalla” e la teoria secondo la quale piccoli cambiamenti possono portare a conseguenze straordinarie ed imprevedibili.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -