9.7 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Array

Expo. Stati Generali presentati da Formigoni, Moratti e Stanca

Milano, 13 luglio 2009 – Expo 2015 comincia a prendere la sua dimensione popolare. A 7 giorni dagli Stati Generali (Milano, Teatro Dal Verme, 16 e 17 luglio) 30.000 persone, nella prima settimana di questo mese, hanno navigato il sito www.statigeneraliexpo.it; 725 cittadini hanno prenotato il posto per partecipare al grande meeting e 140 hanno già segnalato il desiderio di prendere la parola.
Sono alcune delle cifre fornite lo scorso 9 luglio 2009 dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, nella conferenza stampa di presentazione dei primi Stati Generali Expo, tenuta con il sindaco di Milano e Commissario Letizia Moratti e con l’ad di Expo 2015 spa, Lucio Stanca, a Cascina Merlata, periferia nord ovest della città sulla direttrice di Fiera Milano, dove sarà il sito espositivo. Cifre di un evento che si sta costruendo, e che proseguirà, con un forte e diffuso utilizzo del web.
"Vogliamo dare spazio a creatività, estro, passione, partecipazione popolare", ha detto Formigoni, "in una parola alla terza dimensione di Expo". "Agiamo perché il popolo milanese e lombardo – ha proseguito il presidente – sia protagonista attivo verso Expo e di Expo: 10 milioni di persone che invitano milioni e milioni di cittadini del mondo a casa loro, rendendola accogliente e gradita".
Giovedì 16 si comincia. Con la prima edizione degli Stati Generali, "non un convegno tradizionale tutto precostituito ma piuttosto un happening e un brain-storming", ha sottolineato Formigoni. L’appuntamento vede coinvolti tutti i soggetti che promuovono l’Esposizione universale del 2015 a Milano: Governo italiano, Comune di Milano, Regione Lombardia, Provincia di Milano e Camera di Commercio di Milano e la società Expo 2015 spa che ha il compito di organizzarlo.
L’apertura, il 16, sarà a cura di Formigoni e Moratti, interventi per delineare lo scenario di Stefano Boeri e Italo Rota, e poi spazio al confronto sui contenuti, articolati in quattro sessioni di interventi, introdotti e guidati, ma aperti ai contributi di tutti. La prima, dedicata ai giovani "Che cosa si aspettano i giovani dall’Expo, come se l’immaginano, come lo vorrebbero" (introduce Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione Sussidiarietà, conduce Lucilla Agosti, giornalista e
persentatrice tv). La seconda, rivolta alle donne, "Che cosa si aspettano le donne dall’Expo" (introducono Diana Bracco, imprenditrice, e André Ruth Shammah, attrice e regista, conduce la giornalista Tiziana Ferrario). La terza, rivolta al "popolo dei creativi," "Quale format per l’Expo 2015?", condotta dal prof. Francesco Casetti.
Il giorno 17, i professori Umberto Veronesi e Lorenzo Ornaghi inizieranno a dare idee per una "Carta 2015, l’impegno di Milano e della Lombardia oltre l’Expo". E infine la quarta sessione dedicata più direttamente al tema dell’Expo, "Che cosa significa nutrire il pianeta?", introdotta da Carlo Petrini, presidente di Slow Food, e Paolo Massobrio, presidente del Club Papillon.
Previsto poi l’intervento di Francesco Salamini, presidente del comitato scientifico del Parco Tecnologico Padano.
Nella sessione conclusiva, oltre a Moratti e Formigoni, sono previsti gli interventi, tra gli altri, di Lucio Stanca, Carlo Sangalli, Guido Podestà, Vicente Gonzales Loscertales (segretario generale del Bie) e di un rappresentante del Governo italiano.

Per partecipare e intervenire è sempre possibile registrarsi attraverso il sito www.statigeneraliexpo.it. Sempre sul sito sono illustrate le modalità e i tempi per gli interventi: è inoltre già possibile contribuire al dibattito partecipando alle discussioni aperte sul blog, inviando un proprio documento o una videointervista. Il canale aperto su Youtube sta già raccogliendo stimoli e domande e continuerà a farlo anche nel corso degli stessi Stati Generali, quando sarà offerta a tutti i partecipanti la possibilità di avere uno spazio in cui registrare un video-contributo e lanciare la propria idea.
E intanto oggi, ha ricordato Letizia Moratti, nella cornice del G8 lo "Spazio Expo" viene presentato dal presidente del Consiglio "ai grandi della terra e alle first ladies". Il sindaco si dice soddisfatta del fatto che "il rapporto di Expo con la città, l’interesse dei cittadini, ci sono e crescono"."La società Expo – ha sottolineato nel suo intervento Stanca – ha bisogno degli Stati Generali per ascoltare e recepire idee. In modo che Expo possa dispiegare tutta la forza del tema, la sua carica di innovazione, la piena apertura alla comunità, una vera dimensione internazionale".

Inoltre, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, plaude l’iniziativa di Atm che permetterà a mille cittadini che parteciperanno agli Stati Generali dell’Expo di muoversi gratuitamente per due giorni su tutta la rete di trasporto gestita dalla stessa azienda milanese: bus, tram, filobus e metropolitane. "Ci siamo impegnati a costruire un Expo sostenibile – spiega Formigoni – molti gesti virtuosi ripetuti per i 180 giorni dell’Esposizione rappresentano una buona notizia per l’ambiente e l’aria di Lombardia".

"La scelta di Atm di promuovere l’uso di tram e metro per chi partecipa agli Stati Generali – continua Formigoni – costituisce un buon esempio di come si può reagire alla sfida delle idee e dei progetti che è alla base dell’appuntamento di giovedì 16 e venerdì 17 luglio al Teatro Dal Verme di Milano".
"Mi unisco dunque – conclude Formigoni – all’invito di Atm: chi partecipa agli Stati Generali dell’Expo usi i mezzi pubblici e cerchi poi di perseverare in questa scelta. Una buona pratica per alimentare buone idee".

Per maggiori informazioni sugli Stati Generali dell’Expo visita il sito www.statigeneraliexpo.it

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img